Cervia, Annalisa Pittalis è la nuova segretaria comunale di Fratelli d’Italia

Più informazioni su

Annalisa Pittalis, imprenditrice cervese, gestisce un hotel a Milano Marittima con la famiglia, è la nuova segretaria di Fratelli d’Italia a Cervia. “Ringrazio i vertici provinciali del partito per la fiducia che hanno riposto in me e per le sfide che insieme dovremo affrontare. Credo che sia giusto dare un segnale alla cittadinanza cervese. Desidero fortemente contribuire a costruire l’alternativa politica di centrodestra qui a Cervia. Dopo due mesi di lockdown le comunicazioni giornaliere del nostro sindaco sono ridotte a meri bollettini sui contagiati, sui deceduti e guariti. Massimo Medri non appare più il Sindaco degli anni tra il 1988 e il 2004, non solo anagraficamente. – dichiara Pittalis – Il Suo approccio appare “stanco”, forse demotivato, certamente privo di innovazione e di idee capaci di risolvere i problemi della città e di dare una nuova visione per la nostra comunità.”

“Sono convinta che la città abbia più che mai bisogno di riferimenti diversi dalla solita auto referenzialità del sistema di centrosinistra, con idee lontane dalle vecchie e rancorose logiche di un partito che continua a perdere pezzi… si consideri, per esempio, le recenti dimissioni del suo capogruppo. A pagare il prezzo di queste incertezze l’intera città. A livello locale, tante sono le domande che ci poniamo. – insiste Pitallis – Un segnale positivo potrebbe venire dalla sospensione della tassa di soggiorno, come ha già fatto il comune di Ravenna, per esempio, ma perché anche su questo la giunta Medri nicchia e non si esprime chiaramente? Le tariffe degli stalli a pagamento rimarranno, i costi degli abbonamenti per parcheggi resteranno immutati o saranno aumentati come già era stato previsto a inizio 2020? Gli importi della  tassa sui rifiuti (TARI) verranno ridotti e se sì di quanto? Quale posizione sta tenendo la Giunta Medri nei confronti di ATERSIR e di HERA? Non lo sappiamo, perché molto semplicemente il Comune non comunica praticamente nulla della propria attività a noi cittadini cervesi. Un grido d’ allarme si alza anche da chi paga l’ affitto di un locale, negozio, hotel….i ricavi previsti saranno drammaticamente compromessi, in alcuni casi azzerati perché alcune attività non riapriranno più. A quali misure il Comune pensa su questi temi? Quali agevolazioni, quali interventi, quali progetti intende perseguire?”

“Qual è la situazione dei conti del Comune di Cervia? Quali sono gli scenari sul bilancio comunale a causa delle mancate entrate? Quali le spese che l’amministrazione comunale intenderà tagliare o ridimensionare? Nessuno ne sa niente, né il Comune parla ai cervesi per spiegarlo. Riteniamo che tale condotta sia inaccettabile e ingiustificabile. I cervesi hanno il diritto di sapere dal sindaco e dalla Giunta ciò che si pensa di fare e come si pensa di spendere il denaro di noi contribuenti. Come Fratelli d’Italia Cervia partiamo quindi affrontando questi primi temi nodali e vogliamo agire con l’aiuto di chi crede sia possibile costruire una città con più opportunità di sviluppo, di lavoro e di benessere” Annalisa Pittalis.

Più informazioni su