Lista per Ravenna protesta per scelta di Azimut di vietare cassetta offerte in Camera Mortuaria

Più informazioni su

Lista per Ravenna non da oggi è attenta allo stato di decoro e funzionamento della Camera Mortuaria di Ravenna. L’11 maggio scorso, Gianluca Benzoni, capogruppo di Lista per Ravenna nel consiglio territoriale di Ravenna Sud, rivolse al presidente del consiglio stesso un’istanza sulla “Camera mortuaria preda dei ladri e dell’incuria” poiché il giorno prima un ladro aveva sottratto la cassetta delle offerte da una camera ardente fuggendo via in bicicletta. Lo stesso gestore della camera mortuaria, Azimut spa, ha poi confermato che si era “constatata in due circostanze l’effrazione di una cassetta contenente offerte, posizionata presso una camera ardente”.

“Il 18 maggio è invece arrivata alle imprese di pompe funebri una disposizione scritta di Azimut che annuncia la “sospensione temporanea del servizio cassette con offerte per i defunti presso la Camera Mortuaria di Ravenna”. – si legge in una nota odierna di Lista per Ravenna che protesta per questa decisione – Per quanto si dica di “una misura provvisoria… sino alla cessazione dello stato di emergenza sanitaria e comunque sino a quando l’uso della mascherina sia obbligatoria ovvero prassi raccomandata” e si dichiari che “si rende tuttavia doveroso, anche in coordinamento con il Comune di Ravenna e l’AUSL di Romagna, provvedere con altre misure per far fronte agli episodi delittuosi”, il divieto di esporre, da parte delle famiglie, la cassetta delle offerte a fianco della salma dei propri cari custodita presso la camera mortuaria (come sarebbe anche in chiesa nel caso delle cerimonie religiose) offende prima di tutto il senso dell’umana pietà. Le offerte sono un gesto di suffragio e di partecipazione alla sofferenza di una famiglia per la scomparsa di una persona cara, destinato generalmente ad opere di bene a beneficio di un ente indicato dalla persona stessa. È dunque moralmente, prima che politicamente, deprecabile che si possa impedirlo.”

Benzoni, ricordando che la camera mortuaria comunale è “un servizio pubblico gestito in monopolio, con tariffe fissate dal Comune”, aveva proposto che fosse organizzato un servizio di custodia presso la Camera Mortuaria.

Lista per Ravenna ora chiede al Sindaco se la sua proposta “sia fattibile senza rivoluzioni organizzative, ma questa soluzione, pur di ripiego, rispetta un principio umanitario insopprimibile di fratellanza e di solidarietà.”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.