Gilberto Minguzzi (Partecipazione Sociale): “Bene gli annunci sull’ospedale di Lugo, ma servono i medici”

Più informazioni su

Gilberto Minguzzi, Portavoce del Gruppo Civico Partecipazione Sociale, a proposito della riunione dello scorso giovedì 21 maggio tra gli amministratori della Bassa Romagna e i vertici dell’Ausl, sul futuro dell’ospedale di Lugo Umberto I ha dichiarato: “Apprezziamo la volontà di far seguire i fatti alle parole che promettevano il rilancio delle funzioni dell’Ospedale. Tuttavia, resta da chiarire l’incognita, nient’affatto marginale, sul come recuperare personale medico ed infermieristico e coprire i ruoli apicali nei reparti che si vogliono rilanciare”.

“L’effettivo rilancio dell’ospedale lughese – ha aggiunto – dipende solo in parte dalla disponibilità di locali e attrezzature adeguate: il prestigio, l’autorevolezza e l’efficacia dell’attività di cura sono in massima parte funzione delle competenze che si potranno o non si potranno attrarre, per affidare loro la gestione dei reparti. Il traguardo da raggiungere non è il ripristino delle prestazioni ante trasformazione dell’ospedale in Covid-Hospital: infatti, la grave mancanza di personale aveva portato alla paralisi dei reparti chirurgici, oltre a gravi difficoltà della Medicina generale e del Pronto Soccorso, già prima della trasformazione”.

“A quella mancanza di personale e figure apicali, a cui ha fatto fronte con sacrifici e straordinaria abnegazione il personale esistente – conclude Minguzzi -, bisogna rispondere non solo con adeguate soluzioni quantitative, ma con la ricerca della massima autorevolezza e competenza professionale. Confidiamo nell’impegno degli Amministratori dell’Unione dei Comuni, unitamente al Governo Regionale dell’Emilia-Romagna, affinché questa criticità venga presto affrontata e risolta”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.