Faenza: il candidato Massimo Isola del Pd prepara la squadra del centrosinistra. Lega al lavoro per presentare sabato il candidato con Salvini

Più informazioni su

Definiti gli ultimi dettagli, la Direzione comunale del Partito Democratico ha reso ufficiale la sua proposta di candidatura a primo cittadino di Massimo Isola, come da noi anticipato una settimana fa. L’attuale vicesindaco che affianca da dieci anni Giovanni Malpezzi è chiamato ora a realizzare quella coalizione nell’ambito del centrosinistra che, in caso di successo alla consultazione amministrativa del prossimo 20 settembre, governerà Faenza fino al 2025. L’indicazione di Isola da parte dei Democratici ha raccolto commenti positivi da parte delle forze a sinistra del Pd, le quali stanno lavorando da mesi per dare vita a un raggruppamento ispirato a “Coraggiosa” che in ambito regionale ha ottenuto consensi superiori al previsto alle elezioni del 26 gennaio.

“L’Altra Faenza” (Sinistra Italiana) e “Articolo Uno” con l’inserimento dei Verdi e, forse, del Psi, sono in attesa della convocazione da parte dell’attuale partito di maggioranza relativa.  “L’occasione per fare bene e darsi un programma solido per la prossima legislatura c’è tutta – commenta Luca Ortolani, consigliere comunale a Faenza e segretario provinciale di Articolo Uno – con una buona unità di intenti e di contenuti; adesso c’è la convinzione che con un uomo di dialogo come Isola il centrosinistra esca rafforzato. Finora abbiamo trovato una certa apertura al dialogo anche da parte del MoVimento 5 Stelle: ci auguriamo che si possa approfondire. E’ chiaro che da adesso tocca al candidato lavorare per tirare le conclusioni del tanto lavoro fatto nei mesi scorsi dal nostro gruppo di forze politiche”.

In coalizione comparirà anche la lista civica di area centrista “La tua Faenza” affiancata dall’associazione “Faenza 40 20” che dalla fine del 2018 si propone come “luogo e tempo di confronto fra idee e di dialogo fra generazioni, sostenendo iniziative sociali e culturali”. L’impressione è che con Isola candidato torni anche ad allargarsi il confronto con la lista civica di area moderata “Insieme per Cambiare”, da dieci anni nel centrosinistra con consiglieri ed assessori e solo da novembre uscita dall’attuale maggioranza dopo la “frattura” tra il leader Domizio Piroddi e il sindaco Malpezzi, il quale da fine settembre chiuderà con la politica attiva.

Per l’apertura della campagna elettorale la Lega è riuscita a scomodare il segretario federale Matteo Salvini, il quale sarà a Faenza sabato 27 giugno alle 20 per una cena assieme ad iscritti e a simpatizzanti, che a due giorni dall’evento fa già registrare oltre 200 prenotati, numero notevole considerate le limitazioni imposte dalla prevenzione sanitaria. Non trovano conferma invece le voci secondo le quali l’appuntamento con il senatore Salvini e con il deputato Jacopo Morrone, segretario della Lega Romagna, possa essere l’occasione per la presentazione del candidato del Carroccio alla carica più alta di Palazzo Manfredi alla guida della coalizione di centrodestra che comprende anche Fratelli d’Italia e Forza Italia. Sull’argomento il segretario faentino e consigliere regionale Andrea Liverani e il capogruppo in Consiglio comunale Gabriele Padovani non rilasciano dichiarazioni e le indiscrezioni secondo le quali il Carroccio si appresta a proporre un candidato d’area ma non organico alla Lega non trovano appunto conferma.
“Con la Lega l’accordo di coalizione c’è da parecchi mesi ed è solido – dice Alberto Ferrero, portavoce provinciale di Fratelli d’Italia -: è la forza politica maggiormente rappresentata e tocca ad essa esprimere il candidato. Noi, e anche Forza Italia si è mostrata concorde, abbiamo sempre chiesto a Morrone e a Liverani di esprimere una persona che ‘rompa gli schemi’ e che sia in grado di intercettare consensi anche fuori dall’area naturale del centrodestra tradizionale e abbiamo constatato che a Faenza la Lega si è impegnata in tal senso. Non sarà facile, ma con il candidato giusto si può vincere e noi di Fratelli d’Italia ci impegneremo con tutte le nostre forze, perché Massimo Isola del centrosinistra, nonostante parta come vicesindaco, è un candidato debole, provenendo dalla sinistra storica di Faenza, uscito dopo un periodo burrascoso per la maggioranza, e credo che non riuscirà a compattare tutta quell’area politica che nel 2015 sostenne Malpezzi. Fratelli d’Italia – conclude Ferrero – presenterà la sua lista con il suo simbolo ed avrà come capolista il portavoce comunale Stefano Bertozzi. Possiamo dire di essere a buon punto”.

Più informazioni su