Quantcast

Elezioni Faenza. Presentata lista consiglieri PD in Piazza della Libertà

Sceglie la centralissima Piazza della Libertà nei pressi della Fontana monumentale il Partito Democratico per presentare la lista dei candidati consiglieri comunali alle elezioni di domenica 20 e di lunedì 21 settembre e per abbracciare il suo candidato sindaco: quel Massimo Isola che sta concludendo un doppio mandato, quindi ultradecennale, da “vice” di Giovanni Malpezzi, a cui confida di succedere alla guida della coalizione di centrosinistra.

Al suo fianco Isola ha schierato Andrea Fabbri (responsabile della campagna elettorale e vicino a diventare vicesindaco in caso di successo alle urne), il segretario provinciale Alessandro Barattoni e Manuela Rontini, consigliere e presidente di Commissione in Ragione, nonché “asso pigliatutto” delle votazioni in Emilia-Romagna dall’alto delle sue oltre settemila preferenze a suonare come buon auspicio per il candidato. Lavoro e ferie hanno privato l’occasione della presenza, fra altri, del senatore Stefano Collina e del segretario comunale Maurizio Randi.

Sono 24 (il massimo consentito) le persone che compaiono nella lista del Partito Democratico: alcune sono molto note a Faenza per essere, o essere state, in primo piano nei rispettivi ambiti.

L’elenco si apre con Niccolò “Cocco” Bosi (36 anni, altro “asso pigliatutto” di preferenze alle elezioni comunali del 2015, capogruppo uscente, istruttore di nuoto e assistente ai bagnanti nelle piscine comunali); dietro di lui compare Claudia Gatta (55, sociologa, cooperatrice, assessora uscente alle politiche sociali).

A seguire Gionata Amadei (21, studente di ingegneria meccanica e scout), Simona Ballardini (39, giocatrice icona della pallacanestro nazionale e soprattutto del Club Atletico Faenza in A1 ed in Eurolega, quindi, attualmente, della E-Work Project Faenza in A2), Giorgio Baruzzi (64, pensionato, ex insegnante), Giulia Bassani (26, analista economica, dei Giovani Democratici faentini), Nicolò Benedetti (22, studente di Giurisprudenza, campione faentino e italiano dello sport della bandiera, alfiere del Rione Giallo), Emanuela Battelli (56, casalinga), Luciano Biolchini (67, medico di medicina generale presso il Gruppo C.A.S.P.I.T.A. di Via Laghi, per diverso tempo presidente del Club Atletico Faenza Calcio negli anni ’90), Marina Bucci (63, insegnante nella scuola primaria), Andrea Fortini (21, studente di Scienze politiche, segretario faentino dei Giovani Democratici), Laura Dal Monte (59, insegnante nella scuola secondaria), Francesco Gatti (38, tecnico chimico, segretario del Circolo PD del Borgo Durbecco), Concetta Genovese (53, impiegata, segretaria del Circolo PD centro-sud “Enrico De Giovanni”), Gian Marco Magnani (30, impiegato), Maria Luisa Martinez (72, pensionata, già dirigente scolastica dell’Istituto tecnico statale “Oriani” di Faenza e dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale, consigliere comunale e presidente del Consiglio dell’Unione della Romagna Faentina uscente), Roberto Matatia (64, pensionato, già titolare dell’omonima storica pellicceria nel portico del Podestà in Piazza del Popolo, oggi affermato scrittore), Nadia Menichetti (44, infermiera del 118 Romagna Soccorso a Faenza), Marco Restretti (38, impiegato nella cooperazione sociale, ed ex giocatore ed allenatore e direttore generale del Faventia Calcio a 5), Silvia Ricci (69, pensionata, ex insegnante), Stefano Sami (45, ingegnere, direttore tecnico metalmeccanico, consigliere comunale uscente), Sara Savorani (39, ingegnere edile), Giovanni Tampieri (52, agricoltore), Virginia Silvagni (26, neo laureata in Lingue e Letterature straniere).

Per queste elezioni il PD schiera una lista plurale, eterogenea, ricca di persone di riferimento nei rispettivi ambiti – ha esordito Manuela Rontini -, proprio perché il PD è il partito di riferimento del centrosinistra ed ha l’obbligo di fare bene, per il bene di Faenza, per dare le giuste risposte ai bisogni dei cittadini. Il nostro slogan, infatti non è casuale: ‘Per Faenza, non per altro’. Siamo in campagna elettorale ma siamo concretamente attivi sulle vere priorità. Una è la scuola, con l’Amministrazione comunale al lavoro perché lunedì 14 settembre i bambini e i ragazzi possano tornare a fare lezione in aula. Tema centrale è la sanità, perché l’emergenza causata dal virus ha dimostrato la necessità di investire impegno e risorse in un ospedale efficiente nel rilancio delle case della salute. Nella nostra lista ci sono diversi sportivi – ha concluso la consigliera regionale -: sullo sport vogliamo investire per offrire a tutti momenti di aggregazione, salute e benessere”.

PD_Faenza 2

Massimo Isola ha sottolineato la qualità dei candidati consiglieri del PD. “Se vogliamo cambiare le cose, dobbiamo portare delle competenze – ha affermato -: questa è una squadra di persone competenti, così come quelle delle altre forze politiche che appoggiano la mia candidatura. Questo insieme di competenze crea un mosaico, non il caos, con senso di responsabilità, perché le proposte che abbiamo per la città potranno trovare realizzazione, non rimanere vuote promesse elettorali”.

Il segretario provinciale Barattoni ha annunciato che a sostegno della candidatura di Isola arriverà a Faenza l’europarlamentare Paolo De Castro, Primo vice-presidente della Commissione Agricoltura e Sviluppo Rurale all’Assemblea di Strasburgo, “e saranno qui anche altri esponenti nazionali, però sottolineo che il PD è concentrato sui temi locali, quindi sul rapporto con la Regione che è vicina a tutti i Comuni”.

A margine della presentazione della lista Manuela Rontini e Alessandro Barattoni sono stati chiamati ad esprimersi sulla votazione in corso fino alle ore 12 di domani, venerdì 14 agosto, tra gli iscritti al MoVimento 5 Stelle per stabilire se dare il via libera o meno alle alleanze locali con i partiti presenti nel governo nazionale (PD, Italia Viva, Articolo Uno, Sinistra Italiana), che, in caso di esito affermativo potrebbe teoricamente rimettere in corsa i pentastellati faentini per un posto riservato al proprio simbolo sulla scheda accanto al nome di Isola. “E’ prematuro fare elucubrazioni in questa fase” ha detto la consigliera. “Il cantiere del centrosinistra è stato aperto a tutti – ha aggiunto il segretario -: ora, se gli iscritti del M5s si esprimeranno a favore delle alleanze locali e i pentastellati faentini torneranno al nostro tavolo, ne discuteremo assieme a tutti i partecipanti alla coalizione”.

Rodolfo Cacciari