Elezioni amministrative. Faenza contemporanea la novità del centrosinistra a sostegno del candidato Massimo Isola

Presentata ufficialmente il 22 agosto 2020 presso Caffé Bistrot Rossini in piazza del Popolo la lista Faenza contemporanea – Cultura per lo sviluppo del territorio. Si tratta di una delle sette liste a sostegno della candidatura di Massimo Isola a Sindaco di Faenza, su un altro piano rispetto al gradimento nei confronti dei partiti che ne hanno originariamente promosso la candidatura. “Consapevoli che nell’elezione di un Sindaco più dell’appartenenza politica e delle alleanze tra i partiti conta lo spessore del candidato – il valore della singola persona – questa lista promuove esplicitamente i valori e le capacità che Isola ha espresso in questi 10 anni da Vicesindaco ed Assessore alla cultura” affermano quelli di Faenza Contemporanea, elencando i piani per il comune manfredo:

“La città che questo movimento immagina, racconta di un territorio che pone al centro le molte identità culturali che in esso si esprimono e da esse pone le basi per lo sviluppo economico, sociale, ambientale del territorio. Una città capace di comprendere il futuro prossimo, di intraprendere percorsi di innovazione, di ascoltare e percepire voci diverse al di là della singola appartenenza politica, di rispettare ed includere, di riconoscere competenze e talenti, di mettere in rete diverse professionalità e di riuscire a farle lavorare insieme, di porre a sistema i diversi attori di un singolo scenario, di capitalizzare i beni culturali anche a scopo economico e sociale.

Faenza Contemporanea_Isola

Una città che rispetti l’ambiente, il mondo animale e l’intero ecosistema naturale. Una città orgogliosa delle proprie radici ma cosmopolita e aperta al cambiamento; una città che sappia esaltare tutte le proprie potenzialità culturali, che siano legate alla storia e alle tradizioni (Palio e rievocazioni), alle specificità artigianali ed artistiche (la ceramica), all’arte e all’architettura contemporanea, alla ricerca eno-gastronomica, alla valorizzazione del paesaggio e delle zone rurali. Una città che sappia declinare il senso della parola “Cultura” anche in altri ambiti fondamentali del territorio: la cultura sportiva, la cultura d’impresa, la cultura delle diversità”.

A sostegno del candidato Sindaco Massimo Isola erano presenti alcuni dei candidati: Mattia Verbeni, Martino Neri, Roberto Ortali, Federica Gatti, Tiziano Negrelli, Chiara Donati, Matteo Zauli, portavoce e responsabile della comunicazione, Oriella Mingozzi (in rappresentanza del ‘Centro Democratico’), Cristiano Zannoni, Sabina Orlandi e con un contributo video Leonardo Ricci (capolista) e Filippo Lo Piccolo. Presenti inoltre numerosi sostenitori di Faenza contemporanea.
Clicca qui per leggere la lista completa dei candidati.

Zauli_Mingozzi_Zannoni

Nella foto al tavolo da sinistra Matteo Zauli (portavoce e responsabile della comunicazione), Oriella Mingozzi (che parla) e Cristiano Zannoni (avvocato immigrazionista).

Faenza contemporanea, si pone l’obbiettivo di costituire uno o più gruppi progettuali che dal modello culturale sviluppino modelli innovativi negli ambiti chiave del nostro territorio, con uno sguardo attento al panorama regionale, nazionale e internazionale. Visioni legate al tessuto imprenditoriale, alla sostenibilità ecologica, allo sviluppo agroalimentare del territorio. Faenza contemporanea si pone l’obbiettivo di costruire un percorso che avrà la concreta finalità di far entrare Faenza nel prestigioso gruppo di città creative dell’Unesco.

Faenza_Contemporanea

Il logo della lista civica

Parole chiave: Ricerca, cultura, rispetto, passione, coraggio, sostenibilità, consapevolezza, imprese creative, scuola, educazione civica, inclusione, innovazione e imprenditorialità.