Faenza, mille persone in piazza per la chiusura di Massimo Isola con Gene Gnocchi foto

Più informazioni su

Sono le oltre mille persone presenti il dato caratterizzante della festa di chiusura della campagna elettorale del centrosinistra che sostiene la candidatura a sindaco di Massimo Isola. A poche ore dal silenzio elettorale imposto dalla legge, Piazza del Popolo accoglie la gente delle Feste de L’Unità ma anche tanti giovani che proprio in questi ultimi mesi hanno fatto conoscenza con la politica locale.

“Let’s go!” era il titolo della serata di venerdì 18 settembre che ha avuto inizio alle 20.45 con il saluto dello stesso Isola, che ha alle spalle una carriera di giornalista e di organizzatore di eventi: poche parole per introdurre una parentesi musicale che si è allungata fino alle 21.35 prima con funky jazz, poi con liscio romagnolo classico dei “Castellina Friends”. Sul palco è poi salito il cabarettista Gene Gnocchi, adottato da Faenza ormai da otto anni, che ha intervistato Isola sui temi che hanno caratterizzato l’inconsueta campagna elettorale estiva, a partire dalla sanità. Questo non senza sfoderare il suo noto ed apprezzato humor fatto di battute “secche”.

“Massimo hai messo insieme ben sette liste nella tua coalizione: se si votano tutti hai già vinto!”. “Da giovane ha praticato il calcio, inanellando talmente tante sconfitte che si è subito interessato a lui il Pd”. “Ha confessato che prima di darsi alla politica leggeva 4-5 romanzi al mese: sempre gli stessi”:

Ha chiuso la festa l’esibizione della band “Cadillac 61”. Una chiusura di campagna elettorale del nuovo centrosinistra faentino che ha portato in piazza le sue persone e le sue varie anime, accantonando del tutto i simboli dei partiti e delle liste: non se ne sono visti, a parte, tutti defilati, la “casina” di legno arancione di “Faenza Contemporanea”, un banner di “Faenza Cresce” e un paio di bandiere di Europa Verde e di “Faenza Coraggiosa”. Al centro c’è sempre rimasto Massimo Isola, a significare come il centrosinistra punti significativamente sulla sua persona.

A cura di Rodolfo Cacciari

Massimo Isola
Isola Finale di Campagna
Isola Finale di Campagna

 

Più informazioni su