Forza Italia vs Forza Italia: Ancarani e Fantinelli contro Vietina dopo il caso Faenza

Più informazioni su

Acque agitate in casa Forza Italia dopo il non brillante risultato di Faenza oltre che in molte altre realtà al voto il 20 e 21 settembre. Alberto Ancarani Vice Commissario Regionale e Bruno Fantinelli Coordinatore Provinciale di Forza Italia attaccano in modo durissimo l’on. Simona Vietina Sindaca di Tredozio, che aveva criticato la gestione della partita politica faentina da parte del partito di Berlusconi.

“Leggiamo che una deputata miracolata dall’ex coordinatore regionale di Forza Italia, Massimo Palmizio, una signora sconosciuta a tutti fino a quando lo stesso Palmizio pur di far male ai militanti della provincia di Forlì-Cesena la candidò in un collegio che peraltro non era previsto scattasse, si permette, dall’alto dello scranno che ha letteralmente ricevuto in dono, di attaccare i vertici regionali e provinciali di Forza Italia per i risultati elettorali di Faenza. – si legge nella nota di Ancarani e Fantinelli – Basterebbe ricordare il numero di voti reali ottenuti da Forza Italia alle ultime regionali nel Comune di Tredozio, dove questa signora svolge il ruolo di Sindaco, per evidenziare quanto strumentali, ambigue e palesemente montate, siano le considerazioni di questa deputata.”

“Basterebbe inoltre contare a quanti eventi organizzati dai nostri alleati della Lega in giro per il territorio romagnolo ella sia stata presente e a quanti di Forza Italia (moltissimi nel primo caso, quasi nessuno nel secondo) per capire a che gioco giochi questa deputata in cerca di un posto al sole. Quanto al merito, non vi è dubbio che la presenza del simbolo di Forza Italia a Faenza avrebbe probabilmente dato almeno un punto percentuale in più rispetto alla lista civica Rinnovare Faenza, ma, come i risultati elettorali hanno dimostrato, non sarebbe stata purtroppo determinante né per far vincere Paolo Cavina né per far scattare un seggio alla lista. Si è fatta una scelta diversa che teneva conto delle sensibilità dei possibili candidati da mettere in lista, molti dei quali non disposti a candidarsi sotto le insegne azzurre. Questa è la realtà. – affermano Ancarani e Fantinelli – Quanto poi alle considerazioni di un ex esponente faentino di Forza Italia, oggi impegnato in particolare nella cosiddetta Romagna Toscana, non intendiamo replicare alcunché essendo nel suo caso più che sufficiente verificare quanto hanno deciso gli elettori rispetto alle sue più recenti candidature.”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da cromwell

    Si chiama favoreggiamento. Al PD, che ringrazia…..