Insieme per Cotignola: i disservizi di Poste Italiane saranno portati all’attenzione di Anci e della Prefettura

I disservizi legati all’ufficio postale di Barbiano saranno portati all’attenzione di Anci regionale e della Prefettura di Ravenna: continua infatti l’impegno del gruppo consiliare Insieme per Cotignola rispetto al depotenziamento del servizio messo in atto da Poste Italiane nella frazione in concomitanza con l’emergenza Covid-19.

“Dopo il lancio della raccolta firme (che in pochissimi giorni ha già raccolto centinaia di adesioni), è iniziata anche la raccolta della documentazione grazie alla collaborazione di numerosi cittadini in merito ai ritardi nella consegna degli atti giudiziari (sono state documentate attese fino a 15 giorni), delle irregolarità contenute negli avvisi di giacenza (turni di apertura non rispettati), nonché la documentazione fotografica delle lunghe file d’attesa che si creano nell’unica mezza giornata di apertura settimanale” dichiarano da Insieme per Cotignola.

“I vertici locali di Poste Italiane hanno risposto alle nostre sollecitazioni dicendo che non intendono ripristinare il servizio, e anzi che la consistenza del personale che opera negli uffici viene determinata in relazione ai volumi medi di traffico, la tipologia dei servizi richiesti e ai bacini d’utenza previsti – spiega Davide Pietrantoni, capogruppo di Insieme per Cotignola -. Come abbiamo già detto più volte, questa ci pare una palese strategia per chiudere definitivamente lo sportello. Siccome però Poste Italiane, pur essendo un gruppo privato, mantiene una importante partecipazione statale, nonché un ruolo essenziale nell’erogazione di servizi di pubblica utilità, vogliamo andare fino in fondo alla questione, e se necessario attivare anche i deputati della nostra area, per un’interrogazione parlamentare che riguarda l’atteggiamento mantenuto dal gruppo postale dopo la crisi a livello nazionale”.

“Chiediamo che l’ufficio postale ripristini al più presto l’apertura dell’ufficio di Barbiano su non meno di tre turni settimanali, di cui uno al sabato – conclude Pietrantoni – e chiediamo che vengano abbattuti i tempi di ritiro delle raccomandate, in linea con quanto avviene negli altri territori”.

I fogli della raccolta firme sono disponibili a Barbiano presso “Di tutto un po’ ” e Francy Pizza in via Manzoni, Forno Esposito in via Caduti della Libertà, Diego Arreda e Farmacia Mugellini in piazza Alberico.