Conferenza delle Donne Democratiche: “Parità di genere sia una priorità trasversale”

L’aumento dell’occupazione femminile, politiche che liberino il tempo delle donne, politiche pubbliche necessarie al superamento delle discriminazioni e degli stereotipi di genere, rappresentano – affermano in una nota dal Pd di Ravenna – un obiettivo strategico per le donne e per il paese.

Per questa ragione il PD ha chiesto “che la parità di genere sia una priorità trasversale alle diverse missioni del Next Generation Italia e proprio ieri si è svolto un incontro del segretario Nicola Zingaretti insieme a parlamentari e componenti della segreteria PD con le associazioni femminili che si sono attivate sul Recovery Plan e con le esperte di questioni di genere.”

Tuttavia la Conferenza provinciale delle Donne Democratiche esprime “grande preoccupazione per la situazione di incertezza conseguente alla crisi di Governo, tanto più in un momento in cui la Nazione deve affrontare le drammatiche ripercussioni sociali ed economiche della pandemia covid19. L’Unione Europea – spiegano le Donne Democratiche – ha compiuto un importante sforzo, mettendo a disposizione degli Stati membri strumenti e risorse per ripartire insieme. Per l’Italia questo significa avere la straordinaria opportunità di investire in un grande piano a favore della parità di genere e dell’occupazione femminile, un passo che le donne italiane attendono da troppo tempo. Sarebbe inaccettabile ritardare o, addirittura, non mantenere questo impegno, preso dalle forze politiche che hanno, fino a pochi giorni fa, composto il Governo. La ripresa dovrà essere donna e questa priorità non può passare in secondo piano. Non è questo il momento delle rese dei conti.”

La Conferenza delle donne pertanto rivolge con forza un appello “perché si riprenda il dialogo, superando le attuali prese di posizione, per garantire la stabilità necessaria a costruire il rilancio del Paese”.