Quantcast

Ravenna Coraggiosa è partita con l’assemblea costituente e Elly Schlein: un progetto di sinistra per il governo della città

Più informazioni su

Venerdì 5 marzo si è svolta l’assemblea pubblica costituente di Ravenna Coraggiosa. Un’iniziativa che arriva dopo un percorso che ha visto l’appello per costituire Ravenna Coraggiosa raggiungere oltre i 230 firmatari. L’assemblea, dichiarano gli organizzatori, è stata molto partecipata, con oltre 150 persone che hanno assistito alla discussione solo sulla piattaforma Zoom, oltre alle altre svariate decine in diretta sulla pagina Facebook.

Tanti gli interventi, con molti giovani, ragazze e ragazzi ma anche persone alla prima esperienza pubblica, esponenti della società civile, dell’associazionismo, dei sindacati: tutti hanno espresso la volontà di dare il proprio contributo “ad un progetto innovativo, ambientalista, progressista, femminista.”

“È fondamentale ripartire dalle persone: ritorniamo all’ascolto, impariamo ad ascoltare e mettiamoci in ascolto: a disposizione di chi vive situazioni di disagio e può raccontarci quali sono i veri problemi, partendo dalla propria esperienza personale” questo il tenore e il taglio di alcuni tra gli interventi. Molti i temi affrontati: in primo luogo, l’impegno nel fronteggiare la crisi sanitaria e le sue conseguenze dal punto di vista economico e sociale, la lotta al cambiamento climatico e per la transizione ecologica, la lotta senza sconti alle disuguaglianze e alla discriminazione di genere come elemento fondante e trasversale, ma anche diritti, dignità del lavoro, inclusione, solidarietà.

“Nel solco di questi valori e di queste battaglie, Ravenna Coraggiosa incentrerà la propria azione e la propria proposta: un progetto civico e politico, di sinistra, per il governo della città nel centrosinistra a sostegno del candidato de Pascale, che valorizzi ciò che di buono è stato fatto e che abbia il coraggio di proporre le discontinuità necessarie. – si legge in una nota – L’Assemblea costituente di Ravenna Coraggiosa non è un punto d’arrivo, ma un punto di partenza che rimane aperto di tutti i coloro i quali si riconosceranno nel progetto e nei valori di Coraggiosa e che successivamente decideranno di unirsi a noi in questo percorso. Ravenna Coraggiosa continuerà il proprio percorso nelle prossime settimane con la richiesta di un incontro formale al candidato sindaco de Pascale e con la formazione di tavoli tematici che avranno un ruolo fondamentale nella costituzione del programma e delle proposte della lista.”

L’assemblea si è chiusa con l’intervento della vicepresidente della Regione Emilia-Romagna Elly Schlein che ha sottolineato l’importanza di questo progetto per il territorio ravennate, rinnovando i propri auguri di buon lavoro e sottolineando come “Adesso, anche a Ravenna, possiamo dare vita a un progetto coraggioso che risponda davvero a tutte quelle necessità, quelle solitudini, quelle esigenze che ci hanno portato non prima di un anno fa a costituire Emilia-Romagna Coraggiosa”.

Schlein ha poi ha poi aggiunto: “Coraggiosa deve essere un progetto che guardi al futuro, dallo sguardo lungo, aperto alle persone e a tutte quelle realtà che si riconoscono nei suoi valori” e ha concluso dicendo “Ravenna Coraggiosa ora siete voi: sarete voi a guidarci. Noi rimarremo a vostra disposizione”.

Ravenna Coraggiosa

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da leo

    una sinistra costruttiva si spera non un nulla come abbiamo ora

  2. Scritto da Marco74

    Bah!! Una sinistra che sostiene De Pascale credo che abbia ben poco da dire e nulla d’inporre.
    L’unico che rispetto del PD è Zingaretti che pubblicamente ha dichiarato quello che pensava!!

  3. Scritto da batti

    Marco, zingaretti ha operato con la serpe in seno dei renziani, democristiani scartati da berlusconi, sarebbe stato necessario usare il manico del badile, ma non si può. de pascale cosa vuoi la politica è così, contro ancisi la gardin ancarani morrone, che bisogno c’è di cercare uno capace, il primo che inciampa davanti alla porta va bene