Quantcast

Cervia, Pd attacca la Lega sui vaccini: “parla a sproposito di cose che non conosce”. La replica del Carroccio

Più informazioni su

“Come sempre più spesso accade, il partito della Lega di Cervia parla a sproposito di cose che non conosce. – si legge in una nota del Pd cervese – Il nuovo Governo Draghi, di cui la Lega fa parte, e dovrebbe anche saperlo, ha avviato sia chiare disposizioni nazionali  su chi si deve vaccinare sia dove poterlo fare. Le associazioni di categoria, Confindustria per prima e Legacoop anche, hanno aderito all’appello del Governo chiedendo alle proprie associate di mettere a disposizione i propri spazi per poterlo fare. Punto. Bene ha fatto la Cooperativa Bagnini di Cervia, come tante altre, ad aderire a questo invito, a testimonianza della grande attenzione che da sempre la Cooperativa porta ai temi della sicurezza, della accoglienza, della immagine della nostra località.”

“La Lega di Cervia, al solito, monta una sterile ed inutile polemica, alludendo ad altro, citando fatti non veri, probabilmente tutto montato ad arte per altri scopi, al fine di seminare zizzania, cosa che le viene benissimo. Vediamo chiaro, in questo, un tentativo di strumentalizzare e cercare di condizionare il prossimo rinnovo del consiglio della Cooperativa Bagnini di Cervia, il che sarebbe ancora peggio. Ci dispiace che chi si siede in Consiglio comunale, prima di scrivere sui giornali, non legga bene anche cosa scrive, non studi gli atti, non si informi” conclude la nota del Pd che si dice “sempre al fianco delle imprese e dei cittadini che si comportano secondo le regole, che pensano al bene della comunità e che, come la Cooperativa Bagnini fa da anni, costituiscono un modello di buone prassi  nazionale ed internazionale.”

LA REPLICA DELLA LEGA

“Il gruppo consigliare della Lega cervese non è affatto contro alla cooperativa bagnini locale, anzi ne riconosce i meriti e servizi, come del resto anche la Lega nazionale si è dimostrata a fianco della categoria, basti pensare che mentre il PD spingeva per andare ad asta pubblica, la Lega ha bloccato la direttiva Bolkenstein. Con il nostro comunicato sulle vaccinazioni, abbiamo solo voluto far presente che in un momento così delicato, la priorità è rappresentata dal mettere prima in sicurezza chi rischia la vita, poi le altre categorie, per altro unica strada utile per tornare ad una vita normale, ovvero riaprendo le attività e garantendo il lavoro a chi è ormai allo strenuo delle forze. Certo che i bagnini di salvataggio devono avere la priorità sulle vaccinazioni perché potenzialmente esposti, ma per rasserenare turisti e bagnanti, il messaggio che deve passare chiaro e forte, è che il mare e la spiaggia sono luoghi sicuri, dove la possibilità di contagio è praticamente irrilevante grazie alla continua ventilazione, al caldo, al sole e al sale. Siamo sempre stati disponibili e continueremo sempre ad esserlo per un confronto su idee e progetti volti ad incrementare l’offerta della spiaggia che rappresenta la principale attrattiva turistica del nostro territorio, sempre senza dimenticare che il tutto si deve conciliare con le restanti attività economiche, garantendo equilibrio senza disparità di trattamento.”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Alberto

    Quest’anno in vacanza tutti in Serbia..pacchetto vacanze vaccino a scelta incluso!!

  2. Scritto da matteo

    Ma questo signore cosi presente nei giornali è il sindaco di Cervia?