Quantcast

“Dibattiti in Piazza”. Italia Viva: “favorevoli a detassazione e prolungamento utilizzo gratuito di suolo pubblico per le attività economiche”

Più informazioni su

Per la rassegna “Dibatti in piazza” si è svolto il primo appuntamento dal titolo “Immunità, comunità e ruoli della politica “, diretta Facebook sulla pagina di Italia Viva Ravenna, con la partecipazione di operatori commerciali, specialisti di sicurezza e rappresentanti politici della nostra Città.

Ha fatto gli onori di Casa  Silvia Sirri, Coordinatrice per Ravenna di Italia Viva, nel salutare tra gli ospiti Mauro Mambelli Presidente Ascom, Mauro Tagiuri Presidente Confesercenti, Pietro Vandini Esperto Sicurezza e Coordinatore Provinciale Italia in Comune, Roberto Fagnani, Coordinatore Italia Viva per la Provincia di Ravenna. Il motivo principale dell’evento, come spiegato da Sirri è l’intenzione di ascoltare le esigenze degli operatori commerciali mettendoli a confronto con le indicazioni degli esperi di sicurezza, per sostenere in maniera competente e concreta la ripresa del nostro tessuto economico e costruire una piattaforma di sensibilità comune verso una categoria in fortissima difficoltà.

Nello spazio di un’ora di discussione si sono succeduti interventi di tutti i partecipanti, dando luogo ad un acceso ed interessante dibattito sulle difficoltà di una categoria fondamentale per il nostro tessuto sociale oltre che economico.

“Pur nel rispetto delle esigenze di protezione della popolazione, Italia Viva intende impegnarsi fortemente per sostenere una parte così importante della nostra città attraverso una politica di riaperture intelligenti che tenga conto sia dell’emergenza sanitaria che della ripartenza economica delle aziende commerciali. Il nostro impegno è verso tutte le attività economiche, con particolare attenzione alle attività che sono state chiuse più a lungo e che non sono state considerate essenziali. Strumenti quali la detassazione ed il prolungamento dell’utilizzo gratuito di suolo pubblico verranno portate avanti come è già stato fatto in altre città” spiegano da Italia Viva.

Più informazioni su