Quantcast

Ercolani e Ballardini (Lega Giovani): Ravenna deve avere collegamenti migliori e fare asse con Forlì per l’aeroporto

Più informazioni su

“Esprimiamo grande apprezzamento per la visione del candidato sindaco Filippo Donati di una Romagna meglio collegata, capace di lavorare in modo condiviso con percorsi di promozione reciproca fra città. In questo senso, l’aeroporto di Forlì può avere un ruolo chiave nel rilancio strategico del turismo per tutta la costiera romagnola. In particolare, vista la vicinanza fra Ravenna e Forlì, se sfruttato con astuzia può diventare un asset di valore per l’economia turistica ravennate. Tuttavia, servono investimenti in infrastrutture che negli ultimi decenni sono mancati.” Così Giacomo Ercolani e Livia Ballardini di Lega Giovani.

“La futura amministrazione deve entrare nell’ottica di creare un sistema di comunicazione e di trasporto efficiente ed inoltre potenziare e promuovere interventi in infrastrutture viarie e ferroviarie che facilitino la comunicazione via terra fra le due città. Questo è l’unico modo per avere ricadute positive non solo nel settore turistico, ma anche in ambito privatistico e commerciale. Del resto, gli stessi cittadini trarrebbero giovamento da un potenziamento dell’interscambio fra le due aree, senza contare il beneficio per le centinaia di studenti pendolari che si spostano fra le due città” aggiungono i due giovani della Lega.

“La città di Ravenna è penalizzata e messa in secondo piano in ogni ambito politico e amministrativo, come purtroppo chiaramente visto pochi anni fa con la chiusura contemporanea della Ravegnana, il dissesto dell’E45 e le immense buche che si erano aperte sulla Statale 16. È mancato ad oggi un impegno concreto delle amministrazione comunali e regionali ad attrarre nuovi investimenti e nuove opere, tutto a danno dell’economia locale. La stessa E45 non è stata reinserita dopo lo stralcio voluto dal PD nell’elenco delle opere strategiche e della famosa E55 non se ne parla nemmeno in qualche breve capoverso del DEFR Regionale. Serve un impegno reale da parte della futura amministrazione ravennate che si andrà ad eleggere ad ottobre 2021, per potenziare le vie di comunicazione viaria e ferroviaria al fine di donare nuova linfa al turismo ravennate, nell’ottica di progetti che siano al contempo rispettosi per l’ambiente e che rendano più semplice e rapido lo spostamento fra le due città, in una visione di lungo periodo e in un quadro generale di potenziamento del sistema di trasporto di tutta la Romagna” concludono Ercolani e Ballardini.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Emanuele

    Si vede che di strada ne dovete fare ancora tanti ragazzi: dai giovani mi aspetto qualche analisi un po’ più approfondita della solita litania di cui si parla da oltre 30 anni. Non fate l’errore di iniziare la vostra carriera come tanti deja-vu…

  2. Scritto da Giacomo Ercolani

    Vorrei ripsondere ad Emanuele, condivido che sia necessario approfondire i temi e guardare ai singoli progetti,noi abbiamo letto e studiato il DEFR e ci siamo confrontati con cittadini preparati sul tema delle infrastrutture ma il mezzo giornalistico non si adatta al meglio per apprrofondire le questioni in modo tecnico, in particolare questo comunicato voleva dare solo uno sguardo ampio sui punti in cui riteniamo si possa fare meglio e sottolineare come da parte nostra ci sia interesse per la tematica.