Quantcast

Lanzi e Croatti (M5S): “a Ravenna confusione con Gruppo Misto, il nostro uomo è Gallonetto”. Maiolini: “collaboro con Piccinini, voglio unire non dividere”

Più informazioni su

Il Movimento 5 Stelle a Ravenna vuole fare il bis rispetto al 2016? Ovvero presentarsi diviso e litigioso al voto amministrativo in modo da rimanere ancora senza simbolo e senza rappresentanza? Le domande sono d’obbligo dopo la nota giunta oggi 15 giugno in redazione in cui i portavoce Lanzi e Croatti affermano che “a Ravenna c’è confusione con il Gruppo Misto, il nostro uomo è Gallonetto. È lui che avrà il compito di avviare un confronto franco e aperto con tutte le forze politiche progressiste, in vista delle prossime elezioni comunali di Ravenna.”

La nota sembra andare dritta dritta a stoppare il lavoro che stanno facendo da mesi Marco Maiolini del Gruppo Misto in Consiglio comunale ma da sempre militante Cinque Stelle con la consigliera regionale Silvia Piccinini su vari temi amministrativi: insieme hanno avviato un confronto con le forze del centrosinistra, sulla linea del nuovo leader del movimento Giuseppe Conte. Igor Gallonetto è stato sì candidato pentastellato di Ravenna alle elezioni regionali del 2020 ma poi è scomparso dai radar. Evidentemente il “darsi da fare” di Maiolini non a tutti piace.  E questo fa pensare che il movimento si avvii e si avviti verso nuove faide interne.

“Il Movimento 5 Stelle Ravenna, per tramite dei senatori Gabriele Lanzi (facilitatore agli affari interni) e Marco Croatti, interviene per fare chiarezza sull’ambiguità relativa alla sua reale rappresentanza nel territorio e sugli obiettivi in vista delle prossime elezioni amministrative. – si legge nella nota – In piena riorganizzazione e in attesa delle proposte che Giuseppe Conte presenterà a tutti gli iscritti, si dovrebbero evitare le polemiche e lavorare per il bene del Movimento – spiegano Lanzi e Croatti – Tuttavia, ultimamente si è fatta strada nel territorio ravennate un’inesatta identificazione del Movimento 5 Stelle coincidente con ex esponenti della lista civica CambieRà, oggi aderenti al Gruppo Misto del consiglio comunale. Si tratta di una lista civica che ha preso parte alle ultime amministrative 2016, in assenza di una partecipazione del Movimento 5 Stelle a quella tornata elettorale”.

I due portavoce nazionali precisano che “tale identificazione è da intendersi come una mera fuga in avanti secondo modalità del tutto estranee alle dinamiche del M5S, pertanto non trova legittimazione da parte dei facilitatori responsabili dell’organizzazione di quel territorio. In passato, in piena trasparenza, è stato svolto un proficuo percorso che ha raccolto tutte le istanze dei gruppi del territorio ravennate trovando una sintesi nella figura di Igor Gallonetto. È lui – sottolineano i portavoce Lanzi e Croatti – che avrà il compito di avviare un confronto franco e aperto con tutte le forze politiche progressiste, in vista delle prossime elezioni comunali di Ravenna. Solo attraverso un dibattito leale che ponga al centro i programmi sarà possibile avviate un percorso serio e condiviso in grado di rispondere alle esigenze della città. Trovare una sintesi è un dovere, ma anche una condotta di maturità per il territorio, che deve puntare a realizzare fatti concreti lasciando da parte scontri ideologici senza risposte”.

“Non capisco il senso di questa nota in questi termini e in questo momento. – dichiara Marco Maiolini, sorpreso e un po’ amareggiato – Io non voglio litigare con nessuno, né mi sono mai auto-nominato portavoce del Movimento 5 Stelle a Ravenna. Semplicemente mi sono impegnato per portare avanti le idee del movimento qui insieme a Silvia Piccinini, consigliera regionale, in questi mesi in cui c’era un vuoto di iniziativa da parte dei Cinque Stelle. I referenti del M5S dopo le regionali sono un po’ spariti e io mi sono solo dato da fare. La mia intenzione è di unire e non dividere il movimento. Mi sento in piena sintonia con quello che sta facendo l’ex premier Conte a livello nazionale. Spero che a breve siano chiarite alcune regole di rappresentanza e comportamento del movimento sui territori in modo che si possa lavorare bene insieme. Sono sorpreso da questa presa di posizione, ma in questo momento non voglio fare né alimentare polemiche.”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Mm

    Chiamare la sig. Ra Lenzi facilitaricee é un paradosso.
    Come il tutto m5s é diventato.
    Piango scrivendo questo.. Ci siamo autodistrutti… Per colpa di 10 poltronari che non vogliono rispettare i 2 mandati.
    Li rispetterete per forza perché non vi votiamo più.. Il v day sto giro lo beccate voi

  2. Scritto da Antonio

    Quindi questi arrivano e piazzano uno per scelta divina, al posto di chi per anni ha portato avanti le battaglie del movimento, malgrado l’ingiustizia subita nel 2016? Io gli direi grazie.

  3. Scritto da Eleonora

    Ma voi dovete trovare sempre il modo di perdere consensi? Andava tutto bene, e adesso che invenzione é questa?

  4. Scritto da Bello

    Questa è la mossa del pinguino

  5. Scritto da Ricky

    Quindi Maiolini come dice Antonio porta avanti le battaglie del movimento come può, e non va bene? Ma ditegli grazie

  6. Scritto da il magnifico

    Maio, lasciali perdere e fai una lista Civica. Tanto dopo questa scappata il simbolo prende meno voti di Mastella. Chi vota delle persone che si presentano con tale arroganza?

  7. Scritto da ALTER EGO

    Ho letto attentamente più volte, ma non ho capito cosa si contesta a Maiolini.Ci sono argomenti sbagliati che non doveva portare avanti? Ma Conte non ha parlato di unire gruppi, associazioni ecc.ecc, e a questa persona si contesta di essere del gruppo misto? Ma dove vivete? Lo ascoltate il vostro capo?

  8. Scritto da Flavio Bucci

    Fuga in avanti? Ma questo è eletto in Consiglio Comunale. L’abbiamo votato noi. Cosa doveva stare fermo e guardare gli affreschi della sala del Consiglio Comunale? Fuori di testa!

  9. Scritto da Fabio

    Ma due cose a Maiolini su Ravenna, gliele avete chieste? Oppure partiamo in quarta e basta. State facendo politica e siete parlamentari, mica al bar.

  10. Scritto da roby

    Direi un’uscita che promette bene. Chi l’ha studiatà? L’opposizione?

  11. Scritto da Petar

    Conosco Maiolini dalle scuole medie. È sempre stato una persona eccezionale; si è sempre distinto in tutto ciò che ha fatto, ma soprattutto per la grandissima disponibilità, in particolare, verso i più deboli. L’amico sincero e onesto che tutti vorrebbero! E sono certo che ciò che sta facendo non è perché ambisce alla poltrona ma perché vuole bene a questa città e più in generale al nostro Paese,
    Purtroppo, come lui, molto pochi!!!

  12. Scritto da Rino

    Petar, hai ragione. Chi ha scritto quest’articolo purtroppo non ha capito che ha attaccato un ravennate vero e sincero. Io ho giocato a calcio con lui, e so molto bene che è una grande persona. Lo voterò in qualunque partito voglia andare.

  13. Scritto da Bitlis

    Io non vi voterei nemmeno morto, Maiolini non lo conosco, ma letto tutti i commenti, vi consiglio di ripensarci perché 14 o 15 voti li prendete con lui. Invece con l’altro per ora siete a zero. Basta fare il calcolo non ci vuole la scala. Comunque a me va benissimo che prendiate zero voti.

  14. Scritto da Nessuno

    Chissà perché mi viene in mente un neo candidato Sindaco che gode.

  15. Scritto da Lorenzo

    Nemmeno Stalin nominava così i gerarchi, proprio da Movimento 5 Stelle.

  16. Scritto da La Franci

    Ma se ci avete abbandonati per anni. Se non fosse stato per Maio, a Ravenna si sarebbero dimenticati del movimento

  17. Scritto da Pietro G.

    Siamo su “scherzi a parte” vero ?!

  18. Scritto da Carla

    Ma che fenomeni questi senatori grillini… sono riusciti a perdere almeno il 2% con un comunicato stampa. Vi consiglierei un corso di comunicazione.

  19. Scritto da Aldo

    Maiolini l’ho conosciuto al tavolo del dialogo la scorsa settimana. Una persona molto pratica e alla mano. Credo che andrebbe sostenuto