Quantcast

Milano Marittima. Fratelli d’Italia si impegna a vigilare sul degrado sociale nei fine settimana

Alberto Ferrero, portavoce provinciale di Fratelli d’Italia, è intervenuto in merito all’ennesimo fine settimana di ordinaria follia a Milano Marittima, dove si sono registrate risse per strada, lanci di bottiglia e degrado. “Degrado sotto ogni aspetto, anche sociale che determina quanto i giornali hanno riportato” rimarca Ferrero, scendendo nei particolari: “Mi sto riferendo allo stupro perpetrato ai danni di una ragazza. Purtroppo queste sono solo variazioni di un tema che da anni va in scena in quella che era la perla del turismo estivo della riviera romagnola. Lodevoli sono stati gli sforzi delle forze dell’ordine che hanno tentato di mantenere l’ordine pubblico ed un minimo di convivenza civile, tuttavia il lavoro si è dimostrato impari. Purtroppo questa è la logica conseguenza di una errata panificazione della politica turistica o, se vogliamo, il risultato di una mancata politica turistica.

Gli sforzi delle forze dell’ordine non possono che essere vani se la località viene invasa da orde di persone alla ricerca dello sballo facile. Gli stessi imprenditori hanno difficoltà a garantire un alto livello di qualità dei loro esercizi se l’ambiente circostante è degradato. La clientela richiede qualità non solo all’interno, ma anche all’esterno e questo non può avvenire se uscito dall’albergo o dal ristorante o dal negozio rischi di essere coinvolto in una rissa.

È necessario che cambi il contesto e per questo ci vuole una visione di insieme che coinvolga tutte le categorie. Per rilanciare quella che era considerata la città giardino è indispensabile che a questo progetto partecipino albergatori, ristoratori, gestori dei locali e negozianti in generale. Solo per fare un esempio, tenere la musica più bassa nei locali può essere d’aiuto, ma è necessario che tutti lo facciano. La politica deve essere promotrice e garante di questo affinché si riveda completamente il tipo di turismo da attrarre. Fratelli d’Italia si è già occupata in passato di questi problemi, ma ora visto il perdurare di questa situazione ci impegniamo a vigilare ed ad utilizzare tutti gli strumenti a nostra disposizione affinché possa avvenire finalmente un cambio di rotta”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Giovanni lo scettico

    Mi sembra una trovata propagandistica ad uso degli ingenui.

  2. Scritto da b

    mi sa da solita “patacheda” avevamo visto in passato le ronde. che poi erano scusanti per scappare dalla moglie