Ravenna. Comunisti uniti, al Mercato di via Berlinguer Alessandro Bongarzone presidia il comitato “No Autonomia Differenziata”

Prosegue la raccolta delle firme sulla Petizione Popolare presentata alla presidenza dell’Assemblea Legislativa dell’Emilia-Romagna dal Comitato per il NO all’Autonomia Differenziata per bloccare qualsiasi iniziativa di frammentazione del Paese in 20 differenti modalità di governo impazzite in lotta tra loro.

All’iniziativa, fin dal primo momento, hanno aderito convintamente sia il Partito della Rifondazione Comunista che il Partito Comunista Italiano di Ravenna che oggi, con la scelta di dar vita alla lista dei “Comunisti Uniti” alle prossime elezioni amministrative d’autunno, hanno deciso di appoggiare la candidatura di Alessandro Bongarzone unico candidato ad aver posto il “NO” a qualsiasi forma di scissione mascherata del Paese alla base del programma di governo della Città.

Mercoledì 30 giugno, dalle 9,30 alle 11,30, il candidato sindaco dei Comunisti Uniti ed una folta rappresentanza dei partiti che la rappresentano, saranno presenti al presidio organizzato presso il mercato di via Berlinguer dal comitato cittadino per raccogliere le firme sulla petizione.

Il candidato sindaco Bongarzone sarà a disposizione dei cittadini per spiegare le finalità della raccolta di firme e evidenziare la pericolosità della proposta di secessione “nordista” voluta da Bonaccini e gli altri presidenti delle Regioni Veneto e Lombardia a scapito dell’unità nazionale e della tenuta politica, sociale ed economica dell’intero Paese. Sarà, inoltre, nello stile sobrio ed espansivo di Bongarzone, un’ottima occasione per incontrare i cittadini e, raccontando la sua proposta di governo per Ravenna, raccogliere proposte e suggerimenti utili per la formazione del suo Programma.

Sarà, infine, un ottima occasione per aderire al Comitato “per Bongarzone, un “Sindaco fuori dal comune” e contribuire alla buona riuscita della campagna elettorale.