Quantcast

Elezioni amministrative Ravenna. Presentato il simbolo elettorale del PD “De Pascale Sindaco”

Presso la sede del comitato elettorale in Via Corrado Ricci, il segretario comunale del PD Marco Frati, la vicesegretaria regionale Ouidad Bakkali e Livia Molducci, insieme al candidato sindaco Michele de Pascale, hanno presentato il simbolo elettorale del Partito Democratico.

Il simbolo elettorale, che riprende il simbolo nazionale del Partito Democratico insieme alla scritta “DE PASCALE SINDACO” sarà presente nella scheda elettorale per le elezioni comunali che si terranno nell’autunno prossimo.

Il segretario comunale del Pd Marco Frati ha spiegato che la scelta del simbolo Pd con il nome di De Pascale sottolinei l’orgoglio con cui il partito sostiene la candidatura del sindaco uscente. “Con oggi si apre formalmente la campagna elettorale – ha detto Frati – . Credo che possiamo rivendicare di essere stati il cardine della maggioranza al governo della città. Il PD rappresenta gran parte della classe amministrativa del nostro territorio e pensiamo che ci siano le condizioni per fare ancora meglio. Michele de Pascale è il candidato del Partito Democratico, è un esponente del Partito democratico e vogliamo, con tutte le nostre energie, sostenere la seconda parte del suo percorso insieme a una squadra molto forte che presenteremo la prossima settimana con la quale siamo convinti di poter ottenere un ottimo risultato.”

I 32 candidati nella lista del Pd saranno presentati il 30 luglio e saranno candidati anche tutti gli assessori uscenti (anche l’assessore Cameliani, già “record man” di preferenza 5 anni fa). “Gli assessori uscenti ci metteranno la faccia e si mettono a disposizione del partito e della città, con un impegno importante. La lista rappresenterà i diversi mondi di Ravenna e del forese, anche accogliendo nomi non legati al partito. L’obbiettivo è offrire una proposta di qualità e vicinanza” ha spiegato Frati.

“La comunità democratica sente la responsabilità di rispondere con concretezza alla situazione di crisi che abbiamo vissuto – ha aggiunto la vicesegretaria regionale Ouidad Bakkali -. Abbiamo innescato un processo di costruzione della rappresentanza sui territori, avvicinandoli ai temi che interessano le persone e che la pandemia ha accelerato. Ci sono uomini e donne che lavorano quotidianamente da ben prima delle elezioni e che permettono di partecipare al governo cittadino da ogni frazione e da ogni quartiere. La lista del Pd sarà caratterizzata da una rappresentanza ampia e aperta” ha concluso la Bakkali, che sarà ricandidata per il consiglio comunale.

“Abbiamo lanciato – ha detto Livia Molducci – dei questionari online a cui i cittadini hanno risposto con un apprezzamento verso i servizi del nostro comune e ponendoci soprattutto l’esigenza di creare luoghi di aggregazione per la popolazione. Abbiamo tante proposte costruite attraverso la partecipazione dei cittadini sui quali vogliamo lavorare con una nuova squadra nella quale verranno ricandidati gli assessori al primo mandato e alcuni consiglieri che daranno continuità e affiancheranno i nuovi consiglieri.”

“Prima di tutto – ha concluso Michele de Pascale – voglio ringraziare tutto il gruppo del PD per il lavoro di questi cinque anni. Avere alle proprie spalle una forza politica fatta di intelligenze, di competenze, di passione mi rende orgoglioso. In molte altre zone la politica si fa in solitudine, mentre io ho avuto la fortuna di confrontarmi con persone fondamentali. Stiamo lavorando affinché la coalizione sia il più ampia possibile e il Pd, con lo spirito di generosità che caratterizza chi è più grande, ha contribuito a creare un dialogo costruttivo con gli altri partiti e i soggetti civici che costituiranno l’alleanza elettorale.”

simbolo elettorale De Pascale Sindaco PD - Elezioni comunali ravenna

Sul simbolo, de Pascale ha commentato: “sono onorato e fiero di avere il mio nome sul simbolo, cosa non avvenuta 5 anni fa quando, in quanto segretario provinciale del partito, scelsi di non farlo”.

Da parte del candidato sindaco del centro sinistra non è mancata una frecciatina ai partiti del centro destra ravennate: “un quadro molto frammentato, che non sa proporre un’alternativa. Gli elettori devono sapere cosa si programma per i prossimi 5 anni, se mancano le idee inutile cercare di posticipare o allungare i tempi”.

elezioni comunali - de pascale

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da agi62

    Bisogna essere masochisti per votarli ancora, non che gli altri siano meglio ma almeno proviamoli, in 5 anni non potranno fare peggio di questi.

  2. Scritto da Lorenzo

    De Pascale, accendi un cero. L attuale opposizione è la tua più grande assicurazione per la rielezione, vincerai anche se stavolta chi ti voterà sarà ancora di meno rispetto l ultima

  3. Scritto da Io

    Non voterò quel partito nemmeno per sbaglio!