Quantcast

Ercolani (Lega): “contro il rischio di paralisi al Porto di Ravenna, tamponi gratuiti ai lavoratori”

Più informazioni su

“Per scongiurare il rischio della paralisi di tutte le attività portuali dello scalo ravennate, vengano somministrati tamponi gratuiti ai lavoratori. Una soluzione certamente temporanea, ma necessaria rispetto all’eventualità di un blocco di tutte le attività con conseguenti ripercussioni immediate su tutto il sistema produttivo”. Lo chiede il neo consigliere leghista Giacomo Ercolani, che sul tema presenterà un apposito question time, che mette in guardia sul rischio che “il fermo delle attività portuali avrebbe pesanti ricadute sul territorio, mettendo a rischio l’operatività delle nostre imprese e la loro sopravvivenza in un momento molto difficile per l’economia locale, uscita stremata negli ultimi 18 mesi a causa di lockdown e fermi produttivi. Da qui la richiesta alle istituzioni e al governo locale affinché individuino soluzioni in tempi celeri, in vista del D-Day di domani, giornata nella quale verrà introdotto il green pass obbligatorio in tutti i luoghi di lavoro”.

“Urge tavolo di confronto fra l’Autorità Portuale, il Comune e le imprese del porto e della logistica, per garantire la normale attività delle attività portuali” sollecita Ercolani, che poi osserva:
“Ritengo che la circolare diffusa dal Viminale pochi giorni fa, nella quale si consiglia alle imprese di valutare l’opzione dei tamponi gratuiti per i lavoratori portuali, rappresenti una soluzione percorribile, idonea a rispondere a una situazione di emergenza”. “Confidando nella possibilità che le imprese del nostro territorio, dalla più grande alla più piccola, possano prendere in considerazione questa soluzione provvisoria, nonostante comporti nuovi costi per gli imprenditori, chiedo sin da ora al Sindaco, nonché Presidente della Provincia e Presidente dell’Anci Emilia Romagna, Michele de Pascale, di farsi garante delle imprese ravennati, degli imprenditori e dei lavoratori di tutto il nostro territorio, presso il tavolo Stato – Regione” conclude il neo consigliere leghista.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da mirko

    Signor Ercolano, i tamponi gratis sono a carico dello stato e lo stato sono anche gli oltre 43 milioni di italiani che si sono presi la responsabilità di vaccinarsi per tutelare anche il lavoro.

  2. Scritto da Giulia 49

    vaccini gratis e test a carico della societa` perche` niente e` gratuito> che coraggio chiederci di pagare per chi non vuole seguire le regole < e` come chiederci di pagare il ristorante a chi non vuole farsi la cucina< Responsabilizzare la gente delle proprie scelte mi sembra la cosa piu` giudiziosa< Giulia 49

  3. Scritto da garbino

    ti pareva che non ci fosse il politico pronto a cavalcare l’onda del momento: surfista!

  4. Scritto da batti

    lo sa ercolani che i tamponi gratis costano 180 milioni a settimana?che solo coi 49 sottratti da voi lega si fa 3 giorni, a vero voi non li restituite. portuali occhio a tirare la corda per delle cazzate come questa, di porti in europa ce ne sono in quantità, e se le merci si spostano dopo ci restano. e rimane il reddito di cittadinanza, che gli amici di ercolani dicono che uno sbaffo. ma con quello come diceva mio babbo “us chega stilll”