Quantcast

Post imbarazzante dell’assessore Monti di Brisighella sull’assalto squadrista alla Cgil romana. Insieme per Brisighella chiede le scuse

Più informazioni su

I consiglieri del gruppo consiliare Insieme per Brisighella si definiscono “profondamente delusi dal comportamento del Sindaco di Brisighella e della sua giunta” dopo il silenzio dell’amministrazione comunale di Brisighella sui fatti di Roma del 9 ottobre, quando un gruppo di facinorosi di estrema destra ha assaltato la sede della Cgil. Delusione e sdegno cresciuti ancor più dopo il post apparso su Facebook e condiviso dall’assessore Gian Marco Monti, che ironizza con leggerezza sui fatti romani.

post assessore brisighella

“Il Sindaco e la giunta sono istituzioni e rappresentano tutti i cittadini di qualsiasi colore politico, e in questo momento devono amministrare e rappresentare un Comune nelle varie sedi istituzionali, e cosa fanno? Il Sindaco usa la sede istituzionale del Consiglio comunale come palco per uno show di pura propaganda contro l’ASP della Romagna Faentina, con toni accesi e non consoni al luogo e al ruolo che ricopre: egli ha sì il compito di informare il Consiglio comunale su quanto succede in ASP e di esprimere le sue valutazioni, ma sbraitare e pretendere “la testa del cda” secondo noi rappresenta soltanto un fine polemico e poco costruttivo di affrontare le problematiche che possono riguardare l’Azienda” ritengono i consiglieri di minoranza”, proseguono dal gruppo consiliare di opposizione.

E in merito al post dell’assessore precisano: “ironizza sui fatti accaduti alla CGIL, sminuendone la portata e offendendo il lavoro di tante persone che all’interno di quella sede hanno dato risposte alle esigenze di cittadini. Visto, quanto condiviso dall’assessore Monti, e visto che alcuni cittadini lamentano l’indisponibilità del Sindaco a riceverli, chiediamo: questi sono legittimati a fare un assalto a palazzo Maghinardo e a danneggiarlo, per poter vedere il Sindaco? Assolutamente no!”.

“Pensiamo siano doverose almeno delle scuse da parte di un rappresentante delle istituzioni – concludono -, e a tal fine come gruppo consiliare abbiamo depositato un ordine del giorno, sui fatti del 9 ottobre a Roma, chiedendo al Sindaco di esprime solidarietà a CGIL, alle forze dell’ordine e di condannare gli atti di violenza come questo, speriamo che sia accolto, sarebbe un passo, seppur tardivo, in direzione di un maggior rispetto del ruolo istituzionale che si ricopre”

Più informazioni su