Quantcast

Rolando della Lega invoca il blocco del porto. Barattoni (PD): “È un fatto gravissimo, la Lega chiarisca subito la sua posizione”

Più informazioni su

“Giorni fa il consigliere Rolando della Lega ha invitato i lavoratori di Ravenna a prendere esempio dai portuali di Trieste. Oggi festeggia il blocco del porto. Noi chiediamo con forza alla Lega Romagna di prendere posizione sia rispetto al green pass sia rispetto al blocco del porto. Sono un partito di governo e hanno votato le nostre stesse misure in Consiglio dei Ministri e in Parlamento. Vogliamo capire che posizioni ha la Lega romagnola su questi temi perché non si tratta di semplice bagarre politica ma di esprimersi sulle infrastrutture chiave per lo sviluppo della città. È favorevole al blocco del porto quando il blocco nel nostro scalo non è perpetrato dai lavoratori portuali ma è tentato in maniera strumentale da persone che con il porto non c’entrano nulla?” Così Alessandro Barattoni segretario provinciale del Pd in una nota.

“Sarebbe davvero irresponsabile ma è quello che afferma il consigliere Rolando, consigliere comunale della Lega Ravenna! Il Sindaco nei giorni scorsi ha chiesto pubblicamente un chiarimento a Morrone ma non è arrivata nessuna risposta. Il rischio di blocco delle attività va assolutamente scongiurato, è una protesta che rischia di avere effetti gravissimi sul lavoro e sull’economia del territorio. Va garantito il diritto di manifestare da parte dei cittadini così come quello dei lavoratori di poter lavorare, ma questo non è il momento della tensione ma della responsabilità, soprattutto da parte di chi ricopre cariche nel Governo e vota provvedimenti a Roma per poi strumentalizzarli a Ravenna. È ora di chiarire definitivamente” conclude Alessandro Barattoni Segretario provinciale PD Ravenna.

Nella immagine sotto, il post che compare oggi sulla pagina Facebook del consigliere leghista Rolando.

Rolando

La dichiarazione di Daniele Perini, consigliere della lista “de Pascale Sindaco”

“Ho letto e ho visto con enorme tristezza e angoscia rappresentanti dei cittadini ergersi a novelli capipopolo contro una decisione del governo (governo di cui fanno parte). Tali decisioni sanitarie, che nulla hanno a che vedere con i diritti dei lavoratori, rivestono una valenza importante per i diritti di tutti, in primis il diritto di vivere per non morire di Covid. Queste persone fino a ieri, per bocca dell’ex candidato sindaco Filippo Donati e come membri dell’opposizione unita, dicevano di volersi spendere e collaborare in favore della città, ma oggi purtroppo devo constatare come tale volontà di unità e collaborazione sia già in una fase transitoria”. Così Daniele Perini.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Giovanni lo scettico

    Davero sperate che il partito che gridava “Roma Ladrona” e poi ha fatto sparire 49 milioni di Euro sia coerente?

  2. Scritto da Viola

    Ecco, questo sicuramente è uno che meriterebbe di NON stare a Palazzo Merlato visto che mira a bloccare la crescita,il porto e i lavoratori tutti, strumentalizzando la protesta! Pensa ( verbo, sbagliato, uno che si comporta così NON pensa!!)che il suo comportamento giovi alla città?…Il suo ” capitone” ne è al corrente? L’ uomo di governo e di protesta è consapevole che la sua posizione ambigua danneggia il Paese intero? Considerando poi come si muovono i suoi ” sodali” a livello locale, il comportamento adottato è ancora più riprovevole.

  3. Scritto da Viola

    Rimpiango ( sigh) fortemente la politica di Gardin e il ” giudizio” costruttivo di Pini. Almeno non avrebbero remato contro la città, questi, sono ” scappati di casa!”

  4. Scritto da ST

    Ho sempre giudicato Rolando una nullità politica, un esaltato che ha trovato spazio in un partito come la Lega solo perchè da quelle parti vi è ben poco.
    Ecco, oggi sono ancora più convinto di questo mio giudizio.
    Se la Lega pensa di poter ‘andare al governo’ di questa città andando a rimorchio di Forza Nuova, dei complottisti no-vax e facendo gli agitatori che cercano di impedire alla gente di muoversi e di lavorare, credo che non abbia capito granchè.
    Chissà se c’è vita, oltre Rolando, nella Lega 🙂

  5. Scritto da garbino

    Le scelte populiste stanno dando risultati pessimi, non ultimi quelli che stanno uscendo dalle urne. Anche qui vorrei non aspettarmi piroette politiche. Purtroppo non sarà così e anche il Rolando furioso di turno avrà il suo bel da fare per sostenere che comunque è stato un successo (e magari lo farà facendo leva su quei pochi sguandruppati andati in strada contro il green pass).

  6. Scritto da Rusty

    Rolando, va a lavurè, va là.

  7. Scritto da Lapier

    Vergognati Rolando , è due ore che sono bloccato in via trieste, bambini scesi dall,autobus che vanno a casa a piedi lungo la via trieste !!!!

  8. Scritto da Valeria

    Nessuno di voi ha capito che discriminare i lavoratori è anticostituzionale.
    Se lasciate calpestare la costituzione farete il primo passo verso un futuro distopico. Vi ricordo che ha diritto di lavorare anche chi non si vaccina. Compagni, dove siete? Ognuno pensa a se, vero?

  9. Scritto da ST

    @Valeria: vaccinarsi è il miglior segno di rispetto nei confronti dei propri colleghi di lavoro, perchè chi è vaccinato ha l’80% di probabilità in meno di essere contagiato (e quindi contagioso).
    In alternativa, c’è da fare il tampone.
    Nessuno viene cacciato o licenziato.
    Ma se io fossi stato il Prefetto, oggi, questi due o trecento facinorosi (molti dei quali giunti lì solo per fare numero, perchè con il Porto non c’entrano nulla) li avrei spazzati dalla strada con gli idranti.
    E’ questione di rispetto delle regole. E dei diritti di Cittadini, quella maggioranza silenziosa che comincia ad averne le scatole piene di questi (pochi ma fastidiosi) complottisti fifoni.

  10. Scritto da Viola

    @ Valeria Nessuno discrimina i lavoratori, mai! Ma le consiglio, visto che la cita, di leggersi l’ art 35 della Costituzione, forse ne riuscirà a comprendere il VERO senso e non quello che in tanti raccontano senza averlo letto. In quanto al lavoro è vero, tutti devono lavorare, lo si può fare esibendo il green pass o un tampone, pagato in proprio, non da altri! Si ricordi signora che se lei oggi può manifestare, è soprattutto grazie a quella maggioranza silenziosa che si è vaccinata! Le rinnovo la memoria un anno fa piangevamo centinaia di morti, oggi, grazie a quella maggioranza silenziosa, che non strilla, che non vandalizza luoghi pubblici, che non insulta che si è vaccinata, in tutta l’ Emilia romagna si regista 1 morto! Forse varrebbe la pena di usare la testa! Saluti.

  11. Scritto da garbino

    A proposito di piroette politiche e come era facile immaginare, ripoto quanto tratto dal corriere.it: ROMA – Salvini si difende, prova a negare la sconfitta, sottolinea il “non voto” e poi attacca il ministro Lamorgese per la gestione degli scontri di Roma sabato 10 ottobre. Il leader del Carroccio parla quando i seggi hanno chiuso da due ore. Fa “in bocca al lupo” a Gualtieri Lo Russo e Dipiazza per la vittoria, sottolinea come il centrodestra sia passato da 8 a 10 comuni (considerando anche il primo turno), e sottolinea come sia un problema avere “eletti da minoranze di minoranze”. Il problema del non voto c’è. E’ evidente.
    Salvini a suo modo ha vinto poiché è passato da 8 a 10

  12. Scritto da garbino

    signora Valeria è vero che si deve poter lavorare senza essere vaccinati ma il green pass serve: se lo faccia con il tampone ma se lo faccia perché anch’io ho diritto a lavorare in tranquillità. Lei parla di costituzione ma mi dica cosa c’entra la carta costituzionale con l’obbligo di green pass? dove sarebbe l’incostituzionalità della norma? Attendo sue.

  13. Scritto da Mauro

    Il diritto di lavorare non l’hanno tolto a NESSUNO. Senza vaccino si può andare al lavoro, come al ristorante o allo stadio… basta fare il tampone, per la sicurezza di TUTTI, e siete liberi di fare qualsiasi cosa!!! Fare il vaccino è una libera scelta, non è stato imposto da nessuno, ma ci sono delle regole da rispettare. Mi sembra invece che “anticostituzionale” è il comportamento tenuto oggi da circa 100 persone irrispettose nei confronti di chi invece ha scelto di vaccinarsi, sia per se stesso ma anche per chi non l’ha fatto…ricordatevelo!! Ora però vorrei andare a casa, se me lo permettete, visto il casino che avete creato oggi !!!
    Buonanotte

  14. Scritto da batti

    valeria,intanto vaccinarsi è anche pensare agli altri che ti stanno vicino(penso che vaccinarsi sia da compagni). si urla libertà, che libertà è se la mia mi viene tolta proprio da chi la invoca, quello che tu invochi e anarchia. lotterò sempre perché tu possa manifestare ogni tua rivendicazione, ma lascia la libertà a coloro che vogliono andare al lavoro, è LIBERTA PURE QUELLA. libertà non è patrimonio solo di qualcuno, quando qualcuno sarà più libero di altri non saremmo liberi nessuno

  15. Scritto da Maurizio Ricci

    “Rolando della Lega” è il nome? Come “Giovanni dalle Bande Nere”? Cosa ci guadagna, questo novello Capitano di Ventura, dal blocco di una attività produttiva? Forse si erge a paladino dei soli percettori del Reddito di cittadinanza, che del lavoro altrui se ne strasbattono?

  16. Scritto da Antonio

    Sig. ra Valeria…. suvvia, cerchi di essere più realista e legga bene la Ns. Costituzione invece di riempirsi la bocca di luoghi comuni! Cerchi di ritrovare quell’onesta’ intellettuale che Lei è pochi altri avete smarrito.
    Contribuire al blocco dell’attività Portuale (e non solo quella) è da irresponsabili, soprattutto in questo momento storico.
    Mi auguro che il buon senso prevalga… Buona vita.

  17. Scritto da anna m

    @garbino , senza ironia, ma se un vaccinato puo’ infettare ed infettarsi (di meno, ma comunque), ed il tampone cerifica lo stato di negativita’ nel momento in cui lo si effettua come fa ad essere rassicurato dal GP.Ha lavorato fianco a fianco ai suoi colleghi fino al 14 ottobre senza questo certificato e ora ,dal 15 i suoi colleghi son diventati piu’ pericolosi ??

  18. Scritto da garbino

    a anna m. I miei colleghi sono tutti con green pass e tutti vaccinati.