Quantcast

Nuova caserma dei Vigili del Fuoco a Faenza. Marco di Maio sollecita il Viminale: “garantire tempi di realizzazione”

“Quali tempi, procedure e attività intende porre in essere il ministero per garantire tempi certi per la realizzazione della caserma dei vigili del fuoco di Faenza e quale cronoprogramma è stato ipotizzato per lo svolgimento dei lavori”. E’ la domanda che il deputato romagnolo Marco Di Maio rivolge al Ministero dell’Interno, in una interrogazione depositata oggi, nel giorno in cui il Consiglio comunale di Faenza è chiamato a dare il via libera definitivo alla nuova caserma dei vigili del fuoco.

“Il voto dell’assemblea cittadina rappresenta il passaggio finale degli enti locali competenti per giungere all’approvazione del progetto – scrive il deputato nell’interrogazione rivolta al Viminale -, che è di grande rilevanza per il territorio che da tempo necessita di un potenziamento della presenza dei vigili del fuoco e una sua migliore qualificazione”.

Nel ricordare che “a fronte di un importo complessivo di 3,5 milioni di euro, oltre la metà (2,3 per la precisione) sarebbero a carico del Ministero dell’Interno, mentre l’importo restante è suddiviso tra Comune, Regione e Provincia”, il parlamentare fa notare che “la nuova caserma ha una funzione strategica per assicurare interventi rapidi ed efficaci in un tutta la città di Faenza e anche di poter essere di supporto alle zone limitrofe, qualora necessario”.

E altro aspetto da non sottovalutare, “l’opera risulta di rilevanza strategica anche per gli altri piani di riorganizzazione della città – segnala il parlamentare -, andando a liberare l’attuale vecchia sede dei vigili del fuoco per assicurare una rimodulazione di spazi, parcheggi e viabilità, nell’ambito di un ambizioso piano di riqualificazione urbana”.