Quantcast

Riconoscere il valore dei consigli di quartiere: approvata mozione di Faenza Cresce

Nel corso dell’ultimo Consiglio Comunale, Faenza Cresce ha voluto portare all’attenzione dell’Amministrazione, tramite una mozione condivisa da tutte le forze di maggioranza e votata all’unanimità, il tema degli organismi consultivi volontari di quartiere.

“Questi sono importanti veicoli di comunicazione – spiegano da Faenza Cresce – tra l’amministrazione e il territorio: raccolgono le richieste individuali e collettive, gli interessi e le proposte dei cittadini; promuovono azioni di responsabilità diffusa, percorsi di dialogo democratico, di impegno civile e di volontariato; stimolano la crescita delle relazioni all’interno della comunità locale, aspirando a migliorare la vita quotidiana. Dal 2016 (anno dell’ultimo Regolamento comunale degli organismi consultivi volontari di Quartiere) ad oggi, l’esperienza dei quartieri si è ulteriormente sviluppata, confermando l’importante valore del ruolo sociale e comunitario dei quartieri per la nostra città. Faenza Cresce ritiene opportuno allargare ulteriormente la conoscenza di questi luoghi di cittadinanza attiva e promuovere la consapevolezza del ruolo dei quartieri. Risulta perciò necessario che l’amministrazione comunale dedichi un percorso di analisi e confronto sulle criticità e le potenzialità dei quartieri, partendo dalle esperienze e le segnalazioni dei presidenti e dei consigli di quartiere.”

Per queste ragioni Faenza Cresce ha impegnato il Consiglio Comunale a promuovere, con dovuto anticipo (le prossime elezioni dei consigli saranno a giugno 2022) un dibattito di conoscenza ed approfondimento sul tema; allo stesso tempo ha chiesto al Sindaco e alla Giunta di “incrementare e valorizzare lo scambio continuo e proficuo con i Quartieri, al fine di valorizzarli quali importanti “vedette” dei territori e luoghi di volontariato e partecipazione attiva. L’obiettivo è quello di rafforzare il coinvolgimento dei cittadini ed individuare un referente, sia all’interno della Giunta che dell’organico amministrativo, che possa fin da subito essere messo a disposizione degli organismi consultivi di quartiere”.