Quantcast

In Consiglio la presentazione del mandato del sindaco de Pascale. L’appoggio convinto del Pd e di Ravenna Coraggiosa

Più informazioni su

Ieri 30 novembre è stato presentato in Consiglio comunale a Ravenna il programma di mandato del sindaco Michele de Pascale, eletto al primo turno il 3 e 4 ottobre scorso, sostenuto da un’ampia coalizione che faceva perno sul Partito democratico. Nel dibattito sono intervenuti diversi consiglieri comunali del Pd – Lorenzo Margotti, Fiorenza Campidelli, Stefania Beccari e Idio Baldrati – ed il capogruppo dem Massimo Cameliani.

“È un programma molto importante – ha detto il capogruppo PD Massimo Cameliani – perché le sfide che ci aspettano nei prossimi anni saranno complesse ma ci offriranno anche eccezionali opportunità di sviluppo grazie ai finanziamenti del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza che ci permetterà di compiere sostanziosi investimenti. Ci sono in campo progetti consistenti, dal completamento dell’HUB portuale con l’ulteriore approfondimento dei fondali al rifacimento di strade e marciapiedi; poi la riforestazione urbana e pinetale, la casa della salute in Darsena, l’ultimazione della passerella sul Candiano, la trasformazione delle piattaforme estrattive, il parco eolico in mare. Tutte opere che il PD ha sollecitato in questi anni e ci approntiamo a sostenere con il nostro impegno nel futuro. Abbiamo lavorato finora per sostenere la transizione ecologica, la coesione sociale, il welfare e il benessere dei cittadini, la cura del territorio e ora ci sono le condizioni per realizzare grandi visioni. La nostra città, come tutto il mondo, ha vissuto una crisi dovuta allo scenario inedito creato dalla pandemia ma ora affrontiamo un percorso di crescita e di sviluppo che migliorerà la vita della nostra comunità. Noi saremo in prima fila per il bene comune.”

Anche il gruppo consigliare di Ravenna Coraggiosa, attraverso gli interventi dei due consiglieri Francesca Impellizzeri e Luca Cortesi, ha sottolineato l’importanza della trasversalità e della contaminazione delle politiche proposte. Per Coraggiosa il programma di mandato della Giunta va bene e Ravenna può essere “il laboratorio del nuovo centrosinistra”.

“Condividiamo la visione focalizzata sul benessere della comunità – ha detto la consigliera Impellizzeri – in cui la stessa centralità viene riconosciuta a politiche incentrate alla questione ambientale come anche alla questione sociale, con particolare attenzione alla parità di genere come ai bisogni delle nuove generazioni”.

Nel suo intervento, il consigliere Cortesi ha ribadito “la necessità di partire dalla comunità educante come punto imprescindibile nel contrasto alle disuguaglianze. Lotta alla dispersione, cittadinanza inclusiva, mediazione culturale e contrasto alle discriminazioni devono essere le parole d’ordine per progettare interventi che coinvolgano scuole, comune e cittadinanza.
Ravenna deve essere una città aperta, accogliente e inclusiva, che non dimentica e lascia indietro nessuna e nessuno. Infine, crediamo che la valorizzazione e l’estensione degli spazi per attività sportiva all’aperto e dei centri per l’aggregazione dei giovani, anche nel forese, debbano essere fra i primi punti in agenda”.

Più informazioni su