Quantcast

Geolocalizzazione dei cittadini in quarantena, Morrone (Lega) insorge: “Sistema idoneo a regime liberticida. De Pascale faccia retromarcia”

Il parlamentare Jacopo Morrone, segretario della Lega Romagna, ha espresso il proprio malcontento in merito alle modalità con le quali vengono eseguiti i controlli sul rispetto delle quarantene dalla polizia locale riferendosi, in particolare, al sistema di geolocalizzazione dei cittadini posti a isolamento domiciliare.

“Non posso credere che nella civilissima Ravenna sia stato instaurato un sistema più idoneo a un regime liberticida che a un sistema democratico” -esordisce Morrone, scendendo nei particolari- All’inizio ho creduto fosse un fake, poi invece leggendo fonti autorevoli mi sono convinto della veridicità della notizia. La polizia locale sarebbe stata autorizzata a geolocalizzare le persone in quarantena. Trovo comunque sorprendente che il comandante della Polizia locale abbia assunto questa decisione discutibile senza avere avuto l’autorizzazione dell’amministrazione comunale”.

“Uno scivolone pericoloso” -ribadisce Morrone nel suo intervento- che credo i ravennati non si meritino dopo aver sopportato due anni di restrizioni, regole burocratiche assurde e una sanità in uno stato di caos. Ci ribelliamo ad una situazione che assomiglio a quella chiamata da qualcuno di ‘sorveglianza di massa’ da cui non ci si può difendere e che pervade tutto, compresa la vita privata delle persone mettendo sotto tutela la libertà individuale in nome di un bene collettivo che, tuttavia, non è tangibile ed è stabilito unilateralmente dall’autorità pubblica. Non esagero, se si cede su questi principi dello stato di diritto si rischia la sorveglianza perenne. La richiesta che rivolgo a Michele De Pascale è quella di recedere da questa iniziativa che non solo non ha senso dal punto di vista sanitario, ma che potrebbe addirittura deteriorare un sano rapporto dialettico e di fiducia reciproca con i cittadini”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da b

    marrone che sembra che si preoccupa tanto dei cittadini, mi spiegherebbe perchè hanno votato contro alla possibilità di fare tamponi alle parafarmacie???? sarebbe stato una agevolazione in piu di chi ne faceva uso, visto le file che ci sono, non mi sembra una posizione molto “onorevole”

  2. Scritto da Tax19

    Vorrei chiedere al sig. Morrone se utilizza uno smartphone e nel caso, se utilizza la funzione di geolocalizzazione….