Quantcast

Fondazioni ITS dell’Emilia-Romagna, Beccari (PD): “Occorre impegno per difendere il loro valore”

La consigliera del PD Stefania Beccari presenterà al sindaco di Ravenna e alla giunta un’interrogazione in merito alle Fondazioni ITS dell’Emilia-Romagna. Gli istituti ITS sono sorti allo scopo di sviluppare strategie condivise per essere ancora più organizzati e competitivi nel promuovere la formazione, stimolare il talento, suggerire percorsi professionalizzanti e agevolare l’ingresso nel mondo del lavoro.

Le fondazioni sono costituite da istituti tecnici e professionali, enti di formazione professionale accreditati, università, centri di ricerca, enti locali e imprese.

“Sulla base della programmazione regionale – ha detto Beccari – che valorizza le vocazioni territoriali L’ITS Territorio-Energia-Costruire realizza a Ravenna due corsi altamente professionalizzanti: uno per il conseguimento del diploma di “Tecnico superiore per l’economia circolare attraverso la corretta sostenibile gestione degli scarti, sottoprodotti e rifiuti, per il recupero di materiale di energia. Ti S4 Green-gestione rifiuti 4 Energy & Environment” e l’altro per il conseguimento del diploma di “Tecnico superiore per la gestione verifica impianti energetici””.

I corsi promossi a Ravenna consentiranno il conseguimento del “Diploma di tecnico superiore” e le conseguenti certificazioni e l’Europass diploma supplement su un modello valido per tutta la comunità europea.

“Ecco perché chiediamo un monitoraggio sul numero degli iscritti e l’impegno difendere il valore professionalizzante degli ITS” – ribadisce Beccari, concludendo- “Chiediamo di organizzare presso scuole, informagiovani e in tutti luoghi del territorio ravennate frequentati dai giovani, incontri orientativi finalizzati a mettere in evidenza le opportunità formative fornita dagli stessi, basate sulla didattica fortemente applicativa e orientata all’inserimento più veloce del mondo del lavoro

Sarebbe importante coinvolgere altre aziende del territorio romagnolo interessate ad avviare un percorso di sostenibilità ambientale e disposte ad accogliere studenti in stage formativi e informare sui risultati ottenuti dai corsi e l’eventuale successiva collocazione in azienda con contratti e stipendi dignitosi. Questa verifica sarà utile per capire l’efficacia degli ITS e per contrastare la disoccupazione giovanile”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Francesco Fogli

    Ma quel “Mostro” tutto vetri e pali di legno quando finirà ??? Mi rivolgo a Lei perchè non so a chi scrivere, Spero arrivi una risposta…. ah dimenticavo…ma quanro costa al contribuente / sia locale che italiano in genere/ simile schifezza sia come progetto che come fattibilità ( in soldoni altrochè il sottopasso)|!!!!Grazie
    Francesco fogli. Via bramante , Ravenna