Quantcast

Fine del settennato del Presidente Mattarella, Sindaco Ranalli ricorda i suoi messaggi rivolti a Lugo

Il Sindaco di Lugo, Davide Ranalli, in occasione della conclusione del settennato del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, è intervenuto pubblicamente ricordando i suoi messaggi rivolti a Lugo: “Quando si saluta un Presidente della Repubblica che è entrato così tanto nel cuore di tutti noi ci si sente un po’ più soli” -esordisce Ranalli, iniziando poi la carrellata di testimonianze- “Da parte mia voglio ringraziare il presidente Mattarella da cittadino e anche da sindaco perché è stato molto vicino a noi che indossiamo la fascia tricolore.

Il suo settennato è coinciso con lunga parte dei miei mandati e in due occasioni particolari il Presidente ha voluto trasmettere, attraverso di me, la sua vicinanza a Lugo e a tutti i lughesi.
Nel 2015, fresco di elezione, inviò un vessillo del Tricolore in occasione dell’iniziativa con le scuole superiori sulla figura di Giuseppe Compagnoni. Quella bandiera è ora conservata nella sede dell’UNUCI dopo che ne ho fatto dono all’amico Renzo Preda.

Nel 2018 arrivò puntuale il suo messaggio nel centenario della morte di Francesco Baracca. Parole affettuose verso la nostra città e uno dei suoi simboli”.

“Il presidente Mattarella è stato una guida calma ma determinata” -conclude Ranalli- fondamentale anche in questi due lunghi anni di pandemia. Mi auguro che in Parlamento si riesca a trovare la sintesi adeguata perché l’Italia ne ha bisogno”.