Mastacchi (Rete civica): “Nelle automediche ravennati manca l’infermiere”

Il consigliere ha presentato un'interrogazione alla Giunta regionale per chiedere di uniformare la risposta alle emergenze nel territorio dell'Area vasta Romagna

Dotare di infermiere l’equipaggio dei mezzi di soccorso anche nel territorio della provincia di Ravenna. Lo chiede con una interrogazione alla Giunta il consigliere di Rete civica Marco Mastacchi.

“Ad oggi – spiega il consigliere – persiste una differenza sostanziale nella risposta alle emergenze tra le province dell’Area vasta Romagna (Ravenna, Forlì-Cesena, Rimini), in quanto se nelle province di Forlì-Cesena e Rimini l’equipaggio che interviene è formato da un infermiere e un medico, nel territorio della provincia di Ravenna è costituito da un autista e un medico ma manca la figura dell’infermiere”.

Mastacchi, inoltre, ha ricordato che “la normativa regionale in materia di accreditamento delle strutture sanitarie di soccorso prevede, fra i requisiti, anche la presenza di un infermiere sul luogo di intervento”. L’equipaggio ideale ha concluso il consigliere, “è quello formato da un medico, un infermiere e un autista, così come più volte segnalato all’Azienda della Romagna da NurSind Ravenna tra il 2018 e il 2021. Una soluzione che garantirebbe una risposta qualitativa a tutti i cittadini residenti nell’Area vasta Romagna”.