Quantcast

M5S Faenza esulta per i mezzi elettrici arrivati in Comune: “Primo passo verso mobilità sempre più green”

Più informazioni su

Il M5S Faenza ha commentato attraverso nota stampa l’arrivo dei due mezzi elettrici in Comune a Faenza, sottolineando come fossero oggetto del bando voluto proprio dal Movimento:

“Due mezzi completamente elettrici e ad impatto zero al posto di altrettanti veicoli ormai obsoleti e molto inquinanti: sono quelli che il Comune di Faenza otterrà grazie al bando voluto dal Movimento 5 Stelle, poi approvato e finanziato dalla Regione per svecchiare il parco auto degli enti locali, e che ad oggi ha visto ben 141 Comuni emiliano-romagnoli parteciparvi. Un’opportunità realizzata grazie all’impegno della consigliera Silvia Piccinini che è riuscita a far stanziare all’interno del bilancio regionale risorse per 5,5 milioni di euro destinate ai Comuni per il rinnovamento del loro parco auto.

Occasione raccolta anche dal Comune di Faenza che nelle scorse settimane ha inoltrato alla Regione la richiesta di sostituire una vecchia Fiat Punto (euro) 2, alimentata a benzina, e un autocarro Fiat 35 (euro 0 a gasolio) con due veicoli completamente elettrici e ad emissioni zero: una Wolkswagen ID3 e un Goupil G4. “Siamo molto soddisfatti che anche Faenza abbia deciso di sfruttare questa possibilità – commentano la capogruppo regionale M5S Silvia Piccinini e il consigliere comunale Marco Neri – Si tratta di un chiaro esempio di come anche le amministrazioni comunali possano fare la propria parte in tema di sostenibilità ambientale. D’altronde, dopo l’ok del Parlamento europeo allo stop alla vendita di auto a benzina e diesel dal 2035, è più che mai urgente percorrere la via della transizione ecologica.

E lo è a maggior ragione nel bacino padano, una delle aree a maggior rischio sanitario d’Europa per la pessima qualità dell’aria: siamo già in grave ritardo e opportunità come quella rappresentata dal bando regionale che abbiamo fortemente voluto devono essere sfruttate al massimo. Bene, quindi, che anche Faenza abbia deciso di intraprendere questa strada. La lotta all’inquinamento, alle polveri sottili e alle emissioni di biossido di azoto presenti in maniera preoccupante in Pianura Padana deve essere la priorità di tutti” concludono gli esponenti del MoVimento 5 Stelle”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.