Proposte della Lega Cervia su nuova raccolta differenziata. PD le boccia

Più informazioni su

“Il Partito Democratico e la maggioranza si beano e si compiacciono di aver convocato una ordinaria commissione consiliare per discutere sui problemi, minimi ovviamente quelli avvertiti da loro, sulla nuova raccolta differenziata. Rendiamo noto ai cittadini che il Pd ha invece bocciato il nostro ordine del giorno, giudicato troppo “duro”, dove si descriveva l’attuale stato della città, non certo decoroso, e dove si chiedeva un vero tavolo pubblico condiviso con le associazioni e i cittadini, per arrivare ad una reale collaborazione tra pubblico e privato per poter giungere al migliore dei risultati”. Queste le parole della Lega Cervia per Salvini Premier.

Le richieste della Lega erano: concedere a tutti i cittadini titolari di Tari la carta smeraldo, per evitare il più possibile, che i conferimenti in eccesso vengano lasciati per strada. L’opportunità almeno per l’estate 2022 della disponibilità di alcuni  cassonetti dell’indifferenziata dislocati per la città, l’aumento dei bidoni per la raccolta degli escrementi degli animali altresì i bidoni per i rifiuti urbani, con un severo piano di raccolta e pulizia, la possibilità di ricollocare i vecchi cassonetti per le attività commerciali che hanno un’elevata produzione di rifiuti da smaltire, e soprattutto la necessità che si facessero assolutamente portavoce dei diritti dei propri cittadini che chiedono un abbassamento delle tariffe della Tari o un servizio più efficiente e più rispettoso delle esigenze della cittadinanza. Il gruppo Lega ritiene che “solo un tavolo così strutturato avrebbe potuto essere un vero strumento democratico per la risoluzione dei problemi”.

“Rimarchiamo inoltre che così è stato fatto in altre importanti città, dove la raccolta differenziata si è piano piano modulata sulle esigenze dei cittadini, oltretutto apprendiamo che ad oggi vengono spalmati sui contribuenti mancati incassi della Tari da parte di un 20% di evasori e che in attesa di una situazione chiara e dettagliata sarebbe stato opportuno congelare gli aumenti la anziché accettare impassibili gli aumenti a nostro avviso ingiustificabili. I tempi di crisi profonda non consentono più tempo, per assistere ai giochi di mistificazione e edulcoramento della realtà, del PD, piuttosto è il tempo della responsabilità e della serietà che devono accompagnare azioni forti e concrete” concludono dalla Lega.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da giorgio

    Questi governano ininterrottamente dal 1946. Sono 76 anni!
    Fanno quello che vogliono.
    Si vede che ai cittadini di Cervia e delle sue frazioni sta bene così.

  2. Scritto da Alfio Tassinari

    Ma i Verdi a Cervia dove sono? La bella lobby del PD bagnini albergatori e agenzie immobiliari stanno cementificando i bei campi di Pinarella..tutto del gruppo ritmo si legge.Va bene così? Complimenti