Lanzi e Croatti (M5S): “Vergognosi sprezzanti attacchi di Fratelli d’Italia ai poveri”

Più informazioni su

“Sembra incredibile, ma Fratelli d’Italia ha deciso di basare la propria campagna elettorale sulla pelle dei più poveri. Proprio oggi è arrivato l’ennesimo attacco nei confronti del reddito di cittadinanza per bocca del parlamentare FdI, Bignami (leader del partito della Meloni a Bologna e in regione, ndr). È davvero assurdo come si possa decidere di scagliarsi in modo così sprezzante contro chi non ha nulla. Ancor più grave il fatto che gli attacchi provengano da personaggi che percepiscono 15mila euro al mese netti e non hanno idea di cosa significhi non possedere i soldi per fare la spesa o per comprare un farmaco. Verrebbe da chiedersi – poi – con che coraggio definiscono fallimentare una misura che secondo l’Istat ha salvato dalla povertà un milione di famiglie. E con che coraggio si possa criticare una misura che ha fatto emergere altre gravissime sperequazioni presenti nel Paese, come quella sull’inadeguatezza dei salari che arrivano addirittura ad essere in concorrenza con l’importo medio del Reddito che è pari a 533 euro al mese.” Così in una nota i due senatori del MoVimento 5 Stelle e referenti dell’Emilia-Romagna, Gabriele Lanzi e Marco Croatti.

Un’altra proposta cara ai Cinque Stelle è quella di introdurre un salario minimo orario stabilito per legge “per porre fine ai salari da fame”. “Invece di lanciarsi in ignobili e quotidiani attacchi contro i poveri, gli esponenti di Fratelli d’Italia dovrebbero provare a vivere come chi è costretto a fare i conti per la spesa che mette nel carrello al supermercato. Siamo certi che si renderanno conto di quanto la loro ferocia nei confronti di questa gente sia totalmente fuori luogo” concludono i senatori pentastellati.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da fabio

    La presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, per commentare la notizia del tentativo della comandante di forzare il blocco e entrare nel porto di Lampedusa dice che bisogna affondare la nave (tedesca), dopo aver fatto sbarcare e rimpatriare i migranti che trasporta.
    Questa ve la siete scordata?
    Da FI cosa volete?

  2. Scritto da ST

    Il Reddito di Cittadinanza, così com’è, è un insulto a chi tutte le mattine si alza, va a lavorare e paga tasse e contributi.

    Pochissimi controlli, nessun impegno formativo o per lavori di pubblica utilità: in pratica oggi il RdC viene assegnato anche a delinquenti, lavoratori in nero, abusivi.

    Quindi: o lo si integra con un meccanismo serio di controlli e di utilizzo parziale di queste forze-lavoro (anche solo per volontariato, assistenza, pulire le strade o i beni pubblici) oppure meglio eliminarlo e prevedere nuovi strumenti più mirati a ricollocamento o all’assistenza.

    Perchè così, lo ripeto, la sinistra buonista e assistenzialista porta milioni di italiani onesti a cercare rappresentanza a destra (a mio parere un salto dalla padella alla brace)…