A lavoro in bici o in pattini: la proposta della Camera di commercio Ravenna per la Settimana Europea della Mobilità

Nel corso della Settimana Europea della Mobilità, dal 16 al 22 settembre, l’Unione Europea ci chiede di prestare attenzione alla mobilità ed in particolare mettere in campo azioni per orientare la mobilità in un’ottica di sostenibilità. Il Laboratorio per la mobilità sostenibile realizzato dalla Camera di commercio di Ravenna in partnership con il Comune di Ravenna e coordinato dalla soc. coop. RicerAzione, propone l’iniziativa dal titolo “è tempo di muoversi”, rivolta alle imprese e a tutti coloro che sono costretti ad affrontare spostamenti casa-lavoro.

La sfida è quella di non utilizzare per un giorno, individuato nel 20 settembre, l’auto singolarmente ma sperimentare modalità più sostenibili. Pedalare, pattinare, utilizzare mezzi pubblici, condividere l’auto, insomma un’occasione per ripensare il proprio modo di spostarsi e il ruolo della mobilità urbana, sia come privati cittadini che come aziende ed istituzioni. Le imprese e le organizzazioni di ogni tipo che aderiscono all’iniziativa dovranno incentivare i propri lavoratori a recarsi al lavoro in quella giornata con un mezzo alternativo all’auto: gli incentivi saranno dei  gadget da distribuire a tutti i partecipanti e una sorta di “competizione” fra imprese finalizzata alla consegna di un riconoscimento, da parte della Camera di commercio di Ravenna nel corso dell’evento finale del progetto, all’impresa che ha ottenuto il coinvolgimento del numero maggiore di dipendenti.

Per testimoniare la propria adesione è sufficiente scattare una foto o realizzare un breve video, anche utilizzando l’adesivo creato ad hoc, e inviare il tutto alla mail tempodimuoversi@gmail.com, specificando nome e cognome ed ente di appartenenza. Con tutto il materiale raccolto verrà realizzato un video di sensibilizzazione sull’argomento. È possibile diffondere anche sui social la partecipazione all’iniziativa condividendo i contenuti  con l’hashtag #tempodimuoversi.

Il contesto in cui è nata questa idea è il progetto finanziato dalla Regione Emilia-Romagna “La Responsabilità sociale in rete” promosso e realizzato dalla Camera di Commercio di Ravenna in partnership con il Comune di Ravenna e con la collaborazione delle Associazioni di categoria del territorio.

“Penso ai progetti che negli ultimi anni la Camera di commercio di Ravenna ha portato avanti, ottenendo la registrazione Emas, coordinando il Laboratorio territoriale sullo Sviluppo sostenibile, operando per la mobilità sostenibile e il turismo inclusivo – evidenzia Giorgio Guberti, presidente dell’ente camerale ravennate – e penso che qualche seme è stato gettato, da ultimo promuovendo “è tempo di muoversi”, a cui istituzioni, associazioni ed imprese hanno aderito in maniera compatta e convinta. Ad oggi sono ben oltre 50 i soggetti che hanno aderito all’iniziativa e continuano ad aumentare. L’obiettivo è quello di creare attorno all’iniziativa l’interesse e l’attenzione del territorio e favorire la massima sensibilizzazione su un tema, quello della mobilità sostenibile, che sarà senza dubbio un tema centrale nei prossimi anni e che le istituzioni dovranno affrontare facendo sistema”.

Il Comune di Ravenna partecipa inoltre alla Settimana Europea della Mobilità con attività già consolidate: il 16 settembre ci sarà la partenza del Pedibus nelle scuole del Comune di Ravenna, mentre il 19 settembre avranno luogo le attività legate al “Giretto d’Italia 2019”. Quasi 200 bambini usufruiscono del sistema dei Pedibus che, in collaborazione con i genitori, permette ai piccoli studenti di recarsi a scuola a piedi e quindi in maniera sostenibile. Il Giretto d’Italia invece è un’iniziativa nazionale di Legambiente che consiste in una gara tra le città italiane impegnate per favorire la mobilità ciclabile urbana negli spostamenti casa-scuola e/o casa-lavoro. Nelle città aderenti, tra cui Ravenna, saranno allestiti dei check-point, dove saranno contate le biciclette transitanti nella fascia oraria tipica degli spostamenti verso l’ufficio o la scuola. Vince la sfida la città che totalizzerà, nel periodo di monitoraggio, il maggior numero di passaggi di biciclette.

“Il tema della mobilità sostenibile sta molto a cuore alla città di Ravenna – afferma l’assessore alla Mobilità Roberto Fagnani – e coinvolge i suoi cittadini, a partire dai più piccoli che partecipano al Pedibus per arrivare agli adulti che raggiungono i posti di lavoro in bici e con i mezzi pubblici. Anche quest’anno la Settimana europea della mobilità ci darà modo di fare qualcosa insieme per un ambiente a misura d’uomo e anche per un fare un po’ di attività fisica che non guasta mai, invito quindi tutti a partecipare alle iniziative di “è tempo di muoversi”.

I soggetti che al 16 settembre hanno aderito all’iniziativa.