Quantcast

Secca sconfitta del Ravenna a Carpi per 4 – 1

Più informazioni su

Dal Cabassi di Carpi esce un Ravenna ridimensionato. Secca la sconfitta dei giallorossi per 4 a 1.
Sotto di due gol nel primo tempo (Rossoni al 9′ e Biasci al 36′) il Ravenna subisce il terzo gol a inizio ripresa (vano al 47′). Partita praticamente chiusa. Al 61′ l’autogol di Ligi sembra riaprire qualche spiraglio per i giallorossi, spiraglio che viene chiuso appena 9 minuti dopo dal penalty segnato ancora da Biasci.

La partita

Passa subito in  vantaggio il Carpi, all’8’ Russoni prende posizione in area sul corner calciato magistralmente da Jelenic e di testa batte Spurio.
Prova il Ravenna ad impattare, al 23’  Selleri crossa per Lora che controlla e tira all’interno dell’area ma un difensore respinge col petto, sul pallone arriva Grassini che rimette in mezzo per Giovinco che in spaccata alza sopra la traversa.
Nel momento migliore degli ospiti al 36’ palla velenosa persa a centrocampo il Carpi parte in contropiede ed arriva alla conclusione con Lomolino, deviazione sottoposta di Biasci e raddoppio per i padroni di casa.
La risposta giallorossa arriva con Giovinco su punizione 3 minuti dopo, ma la sua traiettoria del gol da solo l’illusione.
Alla riapertura delle ostilità neanche il tempo di provare ad abbozzare una reazione con gli innesti di Papa e Raffini che il Carpi chiude la gara, Vano si fa trovare puntuale all’appuntamento con il gol ed in spaccata marca la sua sesta rete in campionato. Carpi adesso viaggia sul velluto, di nuovo Biasci al 8’ cerca l’incrocio di destro mancandolo di pochi centimetri
Al quarto d’ora il Ravenna trova il goal della bandiera con l’autorete di Ligi che devia in porta una bella palla lavorata da Lora sulla linea di fondo.
Ravenna che prova a riaprirla, ma il Carpi continua a macinare gioco e trova anche un calcio di rigore, scivolata di Ricchi in area e palla che sbatte sul braccio largo. Dal dischetto Biasci spiazza Spurio, per la doppietta personale che mette la parola fine ad una gara dove il Carpi è sembrato troppo forte per questo Ravenna.
Un deluso Foschi commenta così in sala stampa: “Oggi il Carpi ci è stato superiore, e noi li abbiamo aiutati sbagliando troppo. Sapevamo che avremmo sofferto la loro fisicità sui calci piazzati, e così è stato andando sotto subito. In questo momento tra assenze, squalifiche e giocatori rientrati da poco, facciamo fatica. Non mi sento di colpevolizzare i miei ragazzi che hanno dato tutto anche oggi, la sconfitta, forse anche con un risultato troppo penalizzante, comunque deriva da un avversario che oggi è stato superiore al Ravenna.”

Tabellino

CARPI-RAVENNA 4-1
Reti: 9’ Rossoni, 36’pt e 25’st rigore Biasci, 2’st Vano, 15’st autogol Ligi
CARPI (4-3-1-2): Nobile, Rossoni (28’st Clemente), Sabotic, Ligi, Lomolino; Saber (28’st Fofana), Pezzi, Saric; Jelenic (16’st Carletti); Vano (16’st Maurizi), Biasci (38’st Van der Heijden).
A disposizione: Rossini, Sarzi Puttini, Carta, Varoli, Mastaj, Simonetti, Boccaccini.
Allenatore: Riolfo
RAVENNA (3-5-2): Spurio, Nigretti, Jidayi, Ronchi; Grassini (1’st Raffini), Lora (28’st Fiorani), Selleri (1’st Papa), D’Eramo (32’st Mustacciolo), Ricchi; Giovinco (9’st Martorelli), Nocciolini.
A disposizione: Cincilla, Bezzi, Fyda.
Allenatore: Foschi
Arbitro: Saia di Palermo, assistenti Franco di Padova e Munerati di Rovigo
Note: ammoniti Nocciolini, Vano, Maurizi; recupero 0’ primo tempo e 3’ secondo tempo

Più informazioni su