Le Rubriche di RavennaNotizie - L'opinione

Mastrogiacomo (Articolo Uno): pedonalizzazioni non solo in centro ma anche nella circoscrizione del Mare

Più informazioni su

In seguito alla decisione assunta dal Comune di Ravenna con la delibera che prevede l’ampliamento delle aree di pedonalizzazione del centro storico, il gruppo di Articolo Uno del Consiglio territoriale del Mare, che comprende 7 lidi, dichiara di ritenere estremamente utile che “si proponga un modello analogo nei viali dei lidi della circoscrizione del mare e si adottino soluzioni che consentano, in questa delicata fase di ripresa delle attività commerciali per il superamento della fase più acuta dell’emergenza, l’utilizzo di spazi più ampi per le attività e che si offra ai cittadini e ai turisti un ambiente più salubre e sicuro, con una particolare attenzione agli utenti più deboli”.

“A tal proposito siamo concordi sia con lo spirito del comunicato dei capigruppo di maggioranza dei giorni scorsi, in particolare per quanto riguarda le scelte necessarie per la ripartenza nel settore più legato al turismo che con la scelta di far partire da subito il trasporto gratuito con il “navetto mare” dal parcheggio scambiatore a Marina di Ravenna e Punta Marina e con la proposta  di implementare i servizi di bike sharing e di istituire all’interno del parcheggio scambiatore di via Trieste un deposito di monopattini e biciclette” prosegue Patrizia Mastrogiacomo, Consigliera Territoriale di Articolo Uno- Circoscrizione del Mare-. Queste soluzioni sono finalizzate ad incentivare la mobilità sostenibile soprattutto in vista della realizzazione del Parco Marittimo, per il quale riteniamo essenziale il rispetto delle tempistiche che prevedono l’inizio dei lavori dal prossimo anno con la riqualificazione degli stradelli retrodunali.

“La sfida della fase 2 deve essere occasione per rivedere le scelte turistiche seguendo un progetto che riesca a conciliare il tema ambientale e la riduzione di inquinamento dovuto al traffico con le attività economiche che interessano i nostri lidi – dichiara la Mastrogiacomo -. In questo modo si incentiverebbe, anche per il futuro, una visione di turismo che coniuga in positivo lo sviluppo e il miglioramento dell’offerta commerciale con quella della tutela e dello sviluppo ambientale.”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da BARUZZI LUCIANO

    IL VIRUS CI HA FATTO CAPIRE CHE BISOGNA MUOVERSI IN BICI E COI MEZZI PUBBLICI SENZA INQUINARE MA LO DICEVANO DA 40 ANNI GLI AMBIENTALISTI PERCHè SI DOVEVA PREVEDERE E PREVENIRE–SPERIAMO ORA NON SIA TROPPO TARDI ED I POLITICI AMMINISTRATORI PUBBLICI ABBIANO CAPITO E CI AIUTINO PER IL BENE COMUNE—LUCIANO BARUZZI GEOGRAFO AMBIENTALISTA ANZIANO–LUGO