Rifacimento ponte Teodorico. In via sperimentale possibilità di svolta a sinistra da via Carducci a via di Roma

Il percorso con la viabilità alternativa "esterna" resta comunque il percorso da considerare in via prioritaria, per evitare di creare fenomeni di congestione nelle vie centrali della città

In vista dell’apertura del cantiere per la realizzazione del nuovo ponte Teodorico, prevista per l’8 giugno, che comporterà la chiusura al traffico in corrispondenza dello stesso, l’amministrazione comunale, oltre alla viabilità esterna individuata come percorso alternativo principale, consentirà in via sperimentale la svolta a sinistra da via Carducci a via di Roma.

Pertanto il varco Sirio installato all’incrocio tra via Carducci e via di Roma rimarrà attivo con funzione di monitoraggio e sospensione dell’attività sanzionatoria; i punti maggiormente critici della zona verranno monitorati dalla Polizia Locale. Nella giunta di venerdì 5 giugno verrà deliberata la sospensione temporanea in via sperimentale della zona a traffico limitato di via di Roma nel tratto compreso fra via Carducci e via Guaccimanni.
Si ribadisce che tale misura assume carattere temporaneo e sperimentale al fine di monitorarne gli effetti.

Il percorso con la viabilità alternativa indicato nella cartografia già diffusa resta comunque il percorso da considerare in via prioritaria, per evitare di creare fenomeni di congestione nelle vie centrali della città.

Come già annunciato, l’andamento dei flussi di traffico a seguito della chiusura del cavalcaferrovia sarà costantemente monitorato in tutti i punti considerati maggiormente sensibili, mediante anche l’impiego di pattuglie dedicate della Polizia Locale, e qualora necessario saranno presi altri provvedimenti, tutti finalizzati a rendere la circolazione la più fluida e sicura possibile e ad evitare l’insorgenza di situazioni di potenziale pericolo per la circolazione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Mb

    Buonasera , servirebbe anche il doppio senso di marcia (già transitano gli autobus, taxi ecc ecc) su viale pallavicini e in 300 mt dalla stazione si raggiunge via Candiano e via Trieste. Elementare . Mb

  2. Scritto da zan

    Concordo con Mb.

  3. Scritto da geppetto

    Caro MB, quella sarebbe la soluzione più sensata e comoda, sicuramente non l’avranno neanche considerata!!!

  4. Scritto da Aldo

    Bravo Mb

  5. Scritto da Giovanni lo scettico

    Non ci posso credere! Dopo anni di maccheronate, l’Ufficio Traffico Inchiodato e Immobilità Urbana ne fa una delle buone! Preparatevi, si apriranno i cieli e scenderanno sette angeli con sette trombe…

  6. Scritto da MB

    Buongiorno, per l’ufficio traffico di Ravenna non esistono le linee rette, ma perchè non aprire i 100 mt da Via di Roma incrocio con via Farini e Diaz fino all’incrocio Via Carducci Via Mariani.
    Ci si obbliga a girare a sinistra (come ora) su viale Farini poi passare davanti alla stazione, girare a destra su via carducci (con due plessi scolastici) e poi girare a sinistra sulla via di Roma……ma NON andare dritti o su via Pallavicini o dritti sulla via di Roma???? In pochi metri si sarebbe già nel quartire Darsena e NON fare un paio di km in strade di città per arrivare nello stesso quartiere??? MB

  7. Scritto da Giovanni lo scettico

    Gentile MB, la viabilità ravennate si fonda su due regole chiare e precise. La prima è questa: se due punti A e B distano fra loro meno di 100 metri, per andare da A a B bisogna passare da Marina.
    La seconda regola dice: se c’è una bella strada larga dove il traffico scorre bene senza intoppi, bisogna restringerla.