Autolux Ravenna ha donato alla Pubblica Assistenza oltre 6 mila euro, frutto della campagna “Aiutiamo aiutandoci”

L’idea è venuta fin dai primi giorni del lockdown, nello scorso marzo. Autolux Ravenna srl – azienda di ricambi per autoveicoli che esiste fin dal lontano 1969, rilevata poi nel 1993 dall’attuale management – ha avuto un’idea originale per fare beneficienza coinvolgendo anche la clientela.

E’ nata così la campagna “Aiutiamo aiutandoci”: l’azienda (che da alcuni anni ha una nuova grande sede in via Cesari, alle spalle di via Faentina) ha promesso di donare alla Pubblica Assistenza il 3% di quanto i clienti avrebbero pagato nelle settimane successive saldando fatture già in essere.

E l’idea ha funzionato. La clientela ha dimostrato la grande affezione nei confronti di Autolux Ravenna e ha evidentemente gradito la possibilità di rendersi utile ad una delle realtà più coinvolte nella quotidianità operativa del lockdown, come appunto la Pubblica Assistenza: lo dimostra la cifra raccolta in questi mesi, che ha superato i seimila euro.

Una donazione che nei giorni scorsi è stata effettuata di persona dai soci di Autolux Ravenna ai rappresentanti della sede locale della Pubblica Assistenza.

“Ringraziamo tutti i nostri clienti – sottolinea Massimiliano Bertini, socio e legale rappresentante di Autolux Ravenna -: grazie al loro aiuto la campagna ha funzionato, e siamo riusciti a consegnare una somma significativa. Ne siamo davvero contenti. I mesi più pesanti della pandemia sono stati difficili per tutti, ma da punto di vista commerciale siamo riusciti a mantenere i livelli di fatturato dello scorso anno: la possibilità di dare vita a questa iniziativa con una risposta così importante è un ulteriore motivo di soddisfazione ”.