Quantcast

Le Rubriche di RavennaNotizie - L'opinione

Gianfranco Spadoni ricorda il dottor Claudio Begliardi Ghedini: “Medico unico dal punto di vista sanitario e umano”

Più informazioni su

Claudio Begliardi Ghedini medico primario del Servizio 118 di Ravenna ha abbandonato questa terra lasciando alla città tanti ricordi e non pochi motivi di riconoscenza.

Ha lottato con grande forza contro una malattia neurodegenerativa progressiva, ma nonostante i grossi passi compiuti dalla medicina, ancora tale malattia supera ogni tipo di progresso scientifico. Persona amabile, semplice, alla mano, ma con una grande cultura medica abbinata ad una esperienza di grande rilievo.

Lo dimostrano i numerosissimi  attestati di stima, frasi particolari di cordoglio, parole di riconoscenza e di testimonianza della sua lunga professione rilasciati dai colleghi medici e dagli infermieri, dalla sua dirigente ormai pensionata e residente a  Bologna,  da numerose  famiglie che attraverso la sua incessante attività  svolta all’interno del  Servizio 118, ha salvato tante vite. Un medico definibile, senza inopportuna retorica, unico sotto molti profili a cominciare da quello sanitario e umano.

Tra le sue innumerevoli attività professionali  ha svolto anche quella di docente di primo soccorso e lezioni gratuite  presso l’ospedale S. Pio di Pietrelcina. Aveva tutti i requisiti per fare il dirigente primario, ma spesso nella vita vi sono molti aspetti indesiderati o che non rispondono alle proprie aspettative. Tuttavia i requisiti curriculari e personali per svolgere tali funzioni non mancavano certamente.

L’azienda Usl della Romagna perde un valido professionista, ma anche Ravenna è privata di un riferimento importante per gli stati emergenziali.

Gianfranco Spadoni
Vice presidente Lista per Ravenna

Più informazioni su