Castiglione di Ravenna avrà la prima classe della scuola primaria. Lo annuncia il sindaco de Pascale

“Castiglione di Ravenna, la prima classe della scuola primaria si farà” è quanto annuncia il sindaco di Ravenna, Michele de Pascale, sottolineando che si tratta di un risultato ottenuto attraverso l’impegno delle famiglie, del territorio e della scuola.

“La questione dell’avvio della prima classe della scuola primaria di Castiglione di Ravenna dichiara il sindaco Michele de Pascale – ha trovato l’epilogo positivo per cui tutti insieme, a partire dal territorio e dalle famiglie coinvolte, abbiamo lavorato. La scuola e le famiglie stanno compiendo i passaggi che mancano per concretizzare questo risultato, ovvero la riunione del Consiglio di Istituto per destinare le risorse aggiuntive di organico potenziato concesse dall’Ufficio scolastico regionale alla composizione della classe e la comunicazione alle famiglie che verranno informate e aggiornate sull’avvio del prossimo anno scolastico”.

“Il nostro ringraziamento va alle famiglie e a tutte le espressioni del territorio, per aver dimostrato un grande senso di appartenenza alla scuola e al paese, all’Ufficio scolastico e alla dirigenza della scuola stessa, che hanno reso possibile questo esito, ascoltando le istanze che in questi lunghi mesi di dialogo abbiamo rappresentato ad ogni livello” prosegue de Pascale.

“Questo risultato porta con sé certamente un impegno che dobbiamo assumerci con la comunità di Castiglione, ovvero lavorare in sinergia con il territorio, i comuni limitrofi e le famiglie perché il bacino di iscrizioni dei prossimi anni scolastici si mantenga quanto più possibile integro e indirizzato sul plesso di Castiglione, limitando le mobilità in uscita verso altre scuole, così da non dover più rischiare di perdere future classi” spiega il primo cittadino.

“Per fare questo deve essere costante l’ascolto dei bisogni delle famiglie e la costruzione condivisa tra tutta la rete educativa e territoriale di servizi e progetti che possano sempre di più rispondere alle mutevoli esigenze e rendere sempre più qualificata l’offerta di una scuola che per noi è già un’eccellenza, sulla quale vogliamo investire sia in termini di risorse sull’edilizia scolastica che sulla qualificazione complessiva dell’offerta formativa – conclude – .Raggiungere l’obiettivo del mantenimento della prima classe a Castiglione era per noi infatti assolutamente fondamentale, considerando l’impegno che ci siamo assunti mettendo a bilancio per il 2022 la realizzazione della nuova scuola elementare”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da gianni

    Davvero una frase infelice :
    “perché il bacino di iscrizioni dei prossimi anni scolastici si mantenga quanto più possibile integro e indirizzato sul plesso di Castiglione, limitando le mobilità in uscita verso altre scuole, così da non dover più rischiare di perdere future classi”

    limitando le mobilità in uscita verso altre scuole!!! Ma Lei scherza spero! limiti la libertà dei genitori di iscrivere i loro bambini in scuole decenti al posto di mettere in sicurezza la scuola e rendere un paesino “un mortorio” vivibile per almeno le copie giovani che resistono a viverci ancora li!

    Ma che razza di culture sono queste?!

    Spiega ai genitori perché dovrebbero iscrivere i loro figli in una scuola senza illuminazione pubblica nell’entrata principale e senza un marciapiedi sulla SP3 che porta ad un altro punto di interesse dei bambini: il centro calcetto tennis che sta proprio a pochi metri della stessa scuola?

    Chiedo al dirigente scolastico di segnalare questa situazione al ministero in quanto anche è responsabilità sua lasciarla in quelle condizioni!? Se succede qualcosa vorrei vedere chi prenderà la responsabilità!?

  2. Scritto da Alcide

    Pustaz! T’vu insegn un gat a rapè so!

  3. Scritto da samatha

    Caro gianni, il lupo cambia il pelo ma non il vizio!!

  4. Scritto da mattia

    E dire che è la località del vice sindaco.. non riesce neanche a mantenere la scuola.
    Il colmo che i politici di quella zona creano direttamente o indirettamente il problema poi fanno finta di risolverlo e festeggiano anche!! sono il simbolo dell’intelligenza Eh!
    Anche volendo è difficile raggiungere questi livelli!!
    Purtroppo conseguentemente i danni inflitti alla località sono ingenti!

  5. Scritto da Davide

    Mi dispiace ma avete dei politici proprio senza spina dorsale! Come è possibile che in Romagna esista ancora scuola senza un marciapiede e senza l’illuminazione dell’entrata!! Sembra un film misto thriller-horror!