Quantcast

Peana di Luce per Dante. Una “staffetta luminosa” tra i luoghi danteschi di Romagna, Liguria e Toscana, fino a Ravenna

Lunedì 13 settembre, in occasioni delle celebrazioni del 700esimo anniversario della morte di Dante anche Ravenna partecipa all’iniziativa “Peana di Luce per Dante” , ideata dall’ArcheoClub Apuo Ligure dell’Appennino Tosco Emiliano, approvato dal Ministero della Cultura, e realizzato grazie al coinvolgimento di numerosi Enti ed Istituzioni Liguri e Toscane, tra cui l’associazione Il Cammino di Dante.

Il progetto consiste nel lancio di un segnale luminoso ( l’accensione di torce e fari ) che collegherà alcuni luoghi “danteschi”, partendo dalla Toscana – dalla Pania della Croce di Stazzema – e attraversando Liguria ed Emilia Romagna, in una sorta di staffetta luminosa che si concluderà a Ravenna, passando di vetta in vetta e di torre in torre.

Il segnale luminoso, che riprende l’uso dei segnali di fuoco in uso ai tempi del sommo poeta, concluderà il suo viaggio sul Sepolcro di Dante, a rappresentare il viaggio che Dante percorse, nel suo lungo peregrinare, prima di giungere a Ravenna, città dove morì.

Il fascio di luce arriverà a Ravenna verso le 21,25/21,30, dopo essere passato per Brisighella, Faenza e Russi, e sarà ricevuto da Padre Ivo Laurentini della Chiesa di S. Francesco, custode della tomba, accompagnato da Oliviero Resta e Andrea Guancini, rappresentanti de Il Cammino di Dante (camminodante.com), associazione ravennate impegnata a promuovere la riscoperta dei luoghi collegati alla vita di Dante o alla Divina Commedia situati tra Romagna e Toscana, e la riscoperta della relativa viabilità medievale.