Olimpia Teodora torna al successo. Vince 3-1 contro la Seap Dalli Cardillo Aragona

Più informazioni su

Un’altra bella vittoria per l’Olimpia Teodora che torna al successo dopo lo stop contro la capolista Brescia e batte 3-1 la Seap Dalli Cardillo Aragona nel recupero della 16° giornata, 5° di ritorno, di Serie A2, Girone A. Priva di Guasti, ferma ai box per un’influenza, la squadra ravennate ricorre alla linea verde con la giovane Fontemaggi nel sestetto titolare e un roster che vede l’età media abbassarsi ancora di più grazie agli ingressi delle giovani 2005 Piomboni (2 ace a referto) e Vecchi, già protagoniste nella squadra di Serie B2.

Nonostante la poca esperienza, la squadra guidata da Coach Simone Bendandi riesce a far fronte a un inizio difficile e, dopo aver perso il primo set ai vantaggi, ribalta la contesa conquistando 3 punti importantissimi in chiave classifica. La vittoria vale infatti il sorpasso sull’altra siciliana Marsala e l’ingresso in zona playoff.

La partita

Al fischio d’inizio Coach Simone Bendandi deve fare a meno di Guasti e schiera il sestetto con Pomili, Fontemaggi, Colzi, Torcolacci, Foresi, Bulovic e Rocchi libero.

L’avvio è tutto favorevole alle ospiti, che si dimostrano più brillanti e si portano avanti sul 3-7. Il turno di servizio di Torcolacci permette all’Olimpia Teodora di ricucire lo strappo (7-8), poi quello di Pomili regala anche il momentaneo sorpasso sull’11-10. Il parziale prosegue in equilibrio, con Aragona che piazza un altro break per il 14-16 e le padrone di casa che rimettono la testa avanti sul 18-17. L’ace di Dzakovic vale il 18-20 ospite e le siciliane si portano anche 19-22, ma Ravenna pareggia a quota 23 e si regala anche un set point con l’ace di Bulovic (24-23). Il finale sorride però ad Aragona, che trova subito il controsorpasso (24-25) e chiude al secondo tentativo per 25-27.

La reazione delle Leonesse romagnole arriva in apertura di secondo set, con il vantaggio che si dilata sempre più dopo il primo break del 4-2. L’Olimpia Teodora si porta prima 6-3, poi 12-8, ma non riesce a scrollarsi definitivamente di dosso le ospiti. Aragona torna a -3, ma i due ace consecutivi della giovanissima Piomboni, entrata appositamente per il servizio, scavano il solco definitivo sul 20-14. Ravenna tocca il 22-15 e amministra fino al punto decisivo di Colzi per il 25-18.

Il terzo parziale si apre con quattro punti consecutivi firmati Pomili (4-0) e, dopo il momentaneo aggancio 6-5, l’Olimpia Teodora fugge con l’ace di Colzi per l’11-6. L’ultimo tentativo di rimonta ospite (11-8) è stoppato dalla battuta vincente di Bulovic (13-8) e Ravenna dilaga fino al 21-10, firmato ancora con il servizio, questa volta da Torcolacci. Il set viene poi chiuso da Pomili, che mette a terra il suo settimo punto personale nella frazione per il definitivo 25-12.

L’inerzia della gara è ormai in mano alle padrone di casa, e il quarto set è la fotocopia del precedente: le Leonesse si portano subito 3-0, poi con un muro di Torcolacci allungano sul 7-3. Dopo il momentaneo 7-5, parte la fuga decisiva per le padrone di casa, con Fontemaggi a segno a muro e in attacco per il 16-9. Ravenna tocca il 23-11 su un altro muro di Torcolacci, che poco dopo chiude la contesa con la fast del 25-13 finale.

Il post-partita

“Siamo partite molto contratte sbagliando anche tocchi facili, pagando un po’ di nervosismo e di pressione – commenta a caldo Coach Simone Bendandi –. Dopo il primo set abbiamo ridotto molto gli errori, mettendo anche grande pressione con il servizio e a muro con le nostre centrali, che hanno fatto un’ottima prova. Soprattutto dal terzo set poi abbiamo cominciato a variare molto bene i colpi con le bande e, grazie anche a qualche cambio che abbiamo fatto tra le due palleggiatrici, un po’ tutte sono entrate in ritmo.

Le ragazze erano consapevoli dell’importanza della partita e sono state molto brave a ritrovare il filo del gioco e mettere pressione fino alla fine, esaltando bene quello che è il nostro gioco. Ancora una volta abbiamo avuto grande contributo da chi è entrato dalla panchina e questo sottolinea ancora una volta l’importanza di tutte le ragazze. Nella seconda parte poi la partita si è messa nel verso giusto per noi e ci siamo andati a prendere tre punti fondamentali”.

Il tabellino

Olimpia Teodora Ravenna – Seap Dalli Cardillo Aragona 3-1 (25-27, 25-18, 25-12, 25-13)
Ravenna: Pomili 13, Fontemaggi 7, Colzi 15, Torcolacci 16, Foresi 2, Bulovic 23, Rocchi (L); Vecchi, Piomboni 2, Spinello. N.e.: Salvatori, Monaco (L), Sestini. All.: Simone Bendandi. Ass.: Federico Chiavegatti.
Muri 13, ace 8, battute sbagliate 11, errori ricez. 1, ricez. pos 66%, ricez. perf 36%, errori attacco 8, attacco 39%.
Aragona: Bisegna 4, Zech 11, Caracuta, Negri 3, Dzakovic 12, Stival 15, Vittorio (L); Ruffa, Casarotti, Zonta 1. All.: Pasqualino Giangrossi. Ass.: Fabio Tisci.
Muri 2, ace 1, battute sbagliate 12, errori ricez. 8, ricez. pos 39%, ricez. perf 15%, errori attacco 7, attacco 27%.
Arbitri: Beatrice Cruccolini e Simone Fontini.

La classifica

Banca Valsabbina Millenium Brescia 44, CBF Balducci HR Macerata 40, Omag MT S.G. in Marignano 35^, Futura Volley Giovani Busto Arsizio 33, Green Warriors Sassuolo 32*, Volley Hermaea Olbia 32, Olimpia Teodora Ravenna 28, Sigel Marsala Volley 27, Seap Dalli Cardillo Aragona 14^, Assitec Volleyball Sant’Elia 12, Tenaglia Altino Volley 0*.
*Una partita in meno – ^Una partita in più

Prossimo turno
Olimpia Teodora Ravenna – Green Warriors Sassuolo, domenica 27, ore 17, PalaCosta

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da R.

    Brave, occorre ripetersi domenica prossima.