Quantcast

Le Rubriche di RavennaNotizie - Elezioni Ravenna 2021

ELEZIONI A RAVENNA –14 / Diario del 18 settembre: de Pascale vuole riportare Anagrafe in centro. Primavera Ravenna punta sul turismo naturista e lgbt a Dante

Più informazioni su

Michele de Pascale (candidato Sindaco centrosinistra): “2 nuovi progetti di valorizzazione del centro in via Diaz e per Palazzo Banca d’Italia, ex Anagrafe”

Ieri sera si è svolto il primo dei 5 appuntamenti di “Parlando con voi”, il talk della durata di mezz’ora in cui Michele de Pascale candidato Sindaco del centrosinistra si confronta con i protagonisti di diversi settori della vita cittadina sui temi che riguardano Ravenna. L’incontro è stato trasmesso in diretta streaming sulla pagina Facebook di Michele de Pascale. Nel primo incontro si è parlato di commercio e centro storico con Mauro Tagiuri presidente di Confesercenti Ravenna e Alice Branzanti presidente di Terziario Donna di Confcommercio, con il contributo di testimonianze di diversi esercenti che hanno proposto critiche e suggerimenti. Michele de Pascale ha annunciato due importanti nuovi progetti di valorizzazione del centro storico. Il primo è un intervento di riqualificazione e rigenerazione di via Diaz.

Michele de Pascale

“Io penso che via Diaz – ha osservato de Pascale – abbia pagato una situazione che negli anni era effettivamente diventata pesante nella zona della stazione e nei giardini Speyer. Ora, a seguito di ciò che è stato fatto in termini di riqualificazione e rigenerazione in quelle aree, anche rispetto a un accesso più agevole e gradevole alla Darsena, e prendendo atto che per alcuni imprenditori quella strada è interessante, ci sono le condizioni per mettere in cantiere da subito nel prossimo mandato un intervento speciale su via Diaz come prima porta di accesso e accoglienza al centro storico”.

“Il secondo progetto per mettere a valore un’altra area importante del centro storico – ha continuato de Pascale – è un intervento strutturale sul Palazzo della Banca d’Italia e su quello dell’ex Anagrafe. L’idea sarebbe quella di riportare anche nella sua sede originale lo sportello anagrafico. Paradossalmente il centro storico è l’unico luogo del nostro vasto comune dove manca la possibilità di fare la carta d’identità e ricevere i servizi anagrafici. Stiamo ragionando di un’operazione pubblico-privata per realizzare appartamenti nei piani superiori e, con quelle risorse, intervenire sul piano terra per riportarvi l’anagrafe. In parallelo c’è un dialogo aperto con lo Stato che ha proprio un progetto in corso per concentrare i servizi statali delle città in un unico luogo, che potrebbe essere l’edificio della Banca d’Italia. Si tratterebbe di un intervento che porterebbe a nuova vita un angolo bellissimo del nostro centro ora purtroppo poco valorizzato”.

Prossimo appuntamento con “Parlando con voi”, lunedì 20 settembre alle ore 19, sui temi della sanità con il dottor Alberto Belluati direttore di Ortopedia e Traumatologia dell’ospedale di Ravenna e il dottor Domenico Basilio Poddie medico in Ausl dal ’74 al 2010 e nel privato accreditato.

Mingozzi e Casano (Primavera Ravenna): valorizzare Lido di Dante come spiaggia naturista e accogliente per mondo lgbt

Mingozzi Casano

I candidati Roberta Mingozzi (capolista) e Denis Casano di PrimaveRA Ravenna (nella foto) a sostegno di Alberto Ancarani Sindaco hanno incontrato stamani la Presidente del Comitato Cittadino Caterina Lasagna e cittadini, operatori ed esercenti di Lido di Dante soffermandosi con loro ed evidenziando specifici punti del programma per la località. PrimaveRA Ravenna propone un intervento “presso la Forestale per interrompere la “schiavitù da fratino” che impedisce, per una parte troppo ampia della stagione, l’uso esteso della spiaggia libera” e la “riqualificazione della pineta grazie a pulizia e revisione di percorsi ciclabili nel rispetto anche dell’utenza naturista.”

PrimaveRA Ravenna chiede anche “ripristino e riqualificazione dell’area sgambamento cani e la creazione di area di accesso cani in spiaggia sia in zona “standard” che in area naturista, l’installazione di bagni pubblici temporanei e concessione di permesso per un chiosco temporaneo a servizio dei bagnanti naturisti, per evitare la prosecuzione di atti indecorosi e degradanti derivanti da mancanza di servizi; il perseguimento di politiche che rendano la convivenza del mondo naturista, lgbt e del turismo familiare serena e priva di disagio per nessuna categoria; politiche di agevolazione all’insediamento di nuove imprese commerciali e di intrattenimento, che tengano conto del valore economico rappresentato dalle peculiarità che il lido stesso offre anche grazie al target naturista e lgbt. Il tutto al fine di contenere problemi di degrado e buon costume che oggi colpiscono la località.”

Paola Taverna a Ravenna per il M5S

La vice Presidente del Senato Paola Taverna sarà a Ravenna, oggi sabato 18 settembre ospite del Movimento 5 Stelle Ravenna. L’incontro elettorale si svolgerà alle ore 18 al bar Il Nazionale in Piazzetta dell’Unità di’Italia.

Paola Taverna

Ignazio La Russa a Ravenna per Fratelli d’Italia e Donati

Domenica 19 settembre alle ore 11.30 presso il Caffè Il Nazionale in Piazza del Popolo, è indetta una conferenza stampa di Fratelli d’Italia assieme all’On. Ignazio La Russa. Saranno presenti Michele Barcaiuolo coordinatore regionale di Fratelli d’Italia, Alberto Ferrero coordinatore provinciale del partito e capolista, Filippo Donati candidato Sindaco di Ravenna ed altri componenti della lista.

Ignazio La Russa

Pranzo di autofinanziamento di Ravenna Coraggiosa

Domenica 19 settembre nuovo appuntamento pre-elettorale conviviale per Ravenna Coraggiosa, dopo le cinque serate della Festa a Marina. Alle 12.30, è in programma nel parco del Bar Hobbies di Carraie la Mangiata “minestrata coraggiosa”: un pranzo di autofinanziamento con piatti tipici della tradizione rigorosamente fatti a mano, con ciambella finale. Su prenotazione, è disponibile anche un menù vegano. Per informazioni e prenotazioni (preferibilmente tramite whatsapp) 348 7186845, 338 6112724, 335 5233380. Al termine della mangiata, intervento dei candidati della lista di Ravenna Coraggiosa e saluto del candidato sindaco Michele de Pascale, a cui la lista è collegata. “È importante rendere pienamente operativi i Consigli Territoriali, dare continuità e nuovi ambiti alla co-progettazione con il territorio sulla base dell’esperienza di “abitare il territorio”dichiara il capolista di Ravenna Coraggiosa, Gianandrea Baroncini –. Ma sono altrettanto indispensabili i luoghi fisici, stabili e funzionali, connessi al decentramento dei servizi: facendo tesoro delle esperienze informatiche sperimentate per necessità durante il Covid, potranno produrre un ampliamento dei procedimenti e degli sportelli decentrati. Pensare la città dal forese e dalle periferie e non solo il contrario, aiuta a ridurre le distanze tra cittadini e amministrazione, aiuta a cambiare l’idea di mobilità da e verso la città e tra paesi, aiuta a rimettere al centro spazi pubblici di aggregazione, socialità, invecchiamento attivo, produzione culturale e case della salute”. 

Ravenna Coraggiosa

L’Edera in campo con varie iniziative su ambiente, sport e associazionismo

Pri al mercato per parlare della difesa dei capanni. “I capanni vallivi e fluviali – ha detto il vice sindaco e capolista PRI, Eugenio Fusignani  – sono nati per esigenze di sopravvivenza e hanno sempre rappresentato la via di salvezza nei periodi di carestia per moltissime famiglie che con enormi sacrifici di tempo e lavoro hanno consentito di farli arrivare fino ad oggi. Un aspetto testimoniale prima che venatorio che va salvaguardato e non compromesso con adeguamenti insostenibili per i concessionari o, peggio, eliminandoli.  Il nostro impegno sui capanni viene da lontano e continueremo a batterci per la loro salvaguardia.”

PRI

Francesconi (Pri): “istituire la Consulta delle Valli e delle Pinete”. Nuovo incontro per i forum organizzati da Chiara Francesconi, candidata del PRI alle prossime elezioni, con il focus incentrato sull’ambiente e le necessità delle aree del forese. Tra gli intervenuti anche Paolo Guerra, candidato indipendente e presidente di ASSORaRo e Matteo Plazzi, Direttore tecnico della Prada Cup.

“È necessario promuovere un confronto costruttivo fra i portatori di interesse degli ambienti vallivi e pinetali costieri, pensare all’istituzione della Consulta delle Valli e delle Pinete secondo nuove prospettive, che lavori sull’avvallo degli interventi proposti in programma per la zona Piomboni e Baiona. Ritengo fondamentale anche l’incremento dell’offerta turistica, promuovendo la convivialità nei bilancioni di pesca ricreativa, l’attività di pesca amatoriale ed agonistica, il turismo equestre, l’attività venatoria, il birdwatching, il trekking, le bici, le canoe. Per il futuro sviluppo del turismo è necessaria però anche una seria riflessione sulla Darsena, attualmente coinvolta in un importante processo di riqualificazione.” ha sottolineato Chiara Francesconi, attuale capogruppo del PRI in Consiglio comunale.

Francesconi Guerra

Paolo Guerra ha aggiunto: “Continuo ad auspicare che chi amministra la cosa pubblica debba avere competenza in quello che tratta o sappia ascoltare e confrontarsi con chi vive quella realtà, anche i volontari. Il settore ambientale necessita di attenzione e la proposta dell’istituzione della Consulta delle Valli e delle Pinete, un’idea partorita dopo anni di incontri all’interno di ASSORaRo poi condivisa con Chiara, va in questa direzione. È però fondamentale che questo organismo non rallenti i processi decisionali, ma li acceleri, pertanto qualsiasi documento che esce dalla Consulta dovrà essere obbligatoriamente discusso in una Giunta comunale per arrivare ad una delibera evitando di ridurre questo nuovo organismo ad un ennesimo tavolo inconcludente”.

Vasi e Agrioli (Pri): incontro su sport, associazionismo, cultura e università. Si è tenuto presso il Circolo Endas Guerrini di Circonvallazione San Gaetanino il convegno dedicato a Università, sport, cultura e associazionismo organizzato dai candidati repubblicani Andrea Vasi e Laura Agrioli. “Siamo convinti – hanno dichiarato Vasi e Agrioli – che questa sinergia possa contribuire a dare un volto nuovo alla città, perché è dai piccoli passi che si costruiscono le grandi cose, e sappiamo bene come associazionismo, sport, cultura possano dare una ulteriore spinta turistica e un ulteriore sviluppo alla capacità di accoglienza propria della città. Ecco perché abbiamo deciso in previsione delle elezioni comunali di metterci a disposizione ascoltando in primo luogo le proposte dei protagonisti di questa realtà, per poter essere i portavoce delle loro istanze ed idee in consiglio comunale.” 

In 120 per Fusignani. Dopo i 100 per Mingozzi, in casa repubblicana si registra una raccolta di sostenitori della candidatura di Eugenio Fusignani. Nella sua riconferma nel ruolo di vicesindaco c’è il giudizio positivo sul suo impegno nei 5 anni appena trascorsi in un delicato lavoro a favore della comunità ravennate” si legge nella motivazione di chi lo sostiene.

Santini e Potere al Popolo al presidio sul porto

“Abbiamo partecipato al presidio promosso dal Collettivo Autonomo Ravennate (CAR), con altre associazioni, davanti all’Autorità Portuale. Quando abbiamo letto la piattaforma da loro proposta abbiamo subito aderito convintamente. Stesse tematiche, stesse denunce, le stesse che portiamo in questi giorni al dibattito in questa campagna elettorale in ogni occasione: la questione ambientale legata al porto (acque, fanghi, trasporti), il cimitero delle navi a cominciare dalla Berkan B, un lavoro che vede infiltrazioni di cooperative spurie, illegalità, forme di sfruttamento, infortuni e omicidi sul lavoro. Il porto come bene pubblico, e non in mano a pochi che lo usano come feudo per interessi elettorali e per i fondi pubblici che ciclicamente arrivano per lavori… Siamo la sponda giusta per chi vuole smettere di votare sempre il meno peggio e turarsi il naso, per chi non va più a votare da tempo, per chi vuole smettere di delegare, per chi vuole superare vecchi schemi e vecchie formule partitiche e per chi vuole provare a cambiare le cose.” Così Gianfranco Santini candidato Sindaco per Potere al Popolo (nella foto).

Gianfranco Santini

Ferri (PC): perché giovani e comunisti?

“La destra e la sinistra che ne è l’altra faccia, hanno distrutto la cultura ed ucciso le speranze di un futuro sereno per i giovani. Da anni assistiamo alla distruzione del nostro sistema scolastico voluto dalla destra liberista e dalla connivente sinistra più o meno arcobaleno e “sardinizzata”. I giovani soffrono da anni per il disfacimento delle nostre strutture scolastiche, per le continue privatizzazioni a favore delle scuole paritarie, per le classi pollaio, per gli edifici che cadono a pezzi e per i pochi insegnanti. I giovani soffrono per il modello di alternanza scuola/lavoro, per il ricatto della formazione professionale che prepara ad un futuro di precarietà e sottomissione. I giovani soffrono per il curriculum dello studente che tiene conto di elementi che avvantaggiano i più benestanti. I giovani soffrono per il numero chiuso all’Università voluto perché la cultura è stata con scienza e coscienza sottomessa al mercato del lavoro capitalistico salvo poi accorgersi, durante la tragica pandemia, di avere pochi medici e di dover ricorrere agli aiuti della Cuba socialista a cui va tutta la nostra stima, il nostro affetto e la nostra gratitudine. L’Erasmus fa conoscere l’Europa ai giovani e fa capire loro come sarà il futuro, sottopagati, senza diritti sociali ed in un perenne conflitto con se stessi ed i propri coetanei. Perché il primo che arriva bene alloggia ma per gli altri non ci sarà pietà, “questo è il capitalismo, bellezza”! Ed allora perché un giovane non dovrebbe votare comunista? Perché un giovane non dovrebbe impegnarsi per costruire una società più giusta e più equa e non ribellarsi alla bestialità della società capitalista?” Così Lorenzo Ferri candidato Sindaco del Partito Comunista (nella foto insieme ad alcuni militanti).

Ferri PC

Maiolini (Ambiente e Territorio con Maiolini): a fianco dei Fridays for Future

La transizione energetica deve andare avanti, senza ulteriori perdite di tempo. Per questo la lista “Ambiente e Territorio con Maiolini” appoggerà e sarà presente alla giornata di mobilitazione globale del movimento Fridays for Future indetta venerdì 24 settembre. “Ogni tentennamento o proposta di arretramento, mette a rischio il nostro futuro energetico, perché i Paesi più lungimiranti stanno proseguendo convinti con la produzione di energia da fonti  rinnovabili. In questi giorni si parla molto degli aumenti che troveremo in bolletta, e si pensa di risolvere il problema con palliativi. – si legge in una nota di Maiolini – Purtroppo la nostra produzione energetica proviene ancora prevalentemente da fonti fossili che sono soggette agli sbalzi economici tipici del libero mercato. Un’amministrazione comunale può contribuire in maniera determinante a frenare la corsa ai rincari energetici, investendo sulla riqualificazione delle abitazioni più energivore, ma soprattutto puntando sulla nascita di Comunità energetiche su edifici e parcheggi pubblici, distribuendo poi questa energia prodotta a minor costo, alle famiglie dai redditi più bassi, creando un vero e proprio reddito energetico. Questa è stata la nostra principale richiesta fatta al candidato Sindaco Michele de Pascale, che ci ha confermato la sua volontà di proseguire con questo progetto ad alto impatto energetico/sociale.”

Maiolini

La maratona elettorale di Rudy Gatta, #RunWithRudy, candidato Pd

Il candidato Pd al Consiglio comunale Rudy Gatta per le elezioni del 3 e 4 ottobre ripropone la sua ‘maratona elettorale’, che parte il 19 settembre. Quest’anno la #RunWithRudy raddoppia e passa da 100 a 200 km aggiungendo, appunto, anche la bicicletta diventando #RunRideWithRudy (da qui il termine ‘Ride’ che si aggiunge all’hashtag). Prima tappa il 19 settembre, appunto, con partenza dal Fargo (via Girolamo Rossi, 17) per un’escursione in mountain bike di circa 30 km lungo la pineta Nord di Ravenna.

Rudy Gatta cinque anni fa aveva percorso 100 km a tappe nel territorio comunale: «Qualcuno mi ha ricordato che la corsa doveva continuare e allora ho detto… allora raddoppiamola!». Il consigliere comunale uscente Rudy Gatta intende così legare idealmente le campagne ravennati, in un percorso che unisce la città e il forese in bici e a piedi. «Ho scoperto il piacere della Mountain bike nell’ambiente naturale iniziando a pedalare dopo la mia positività al Covid del febbraio scorso. La bici mi ha aiutato a riprendere l’attività fisica durante la convivenza con il long covid che ancora resta».

Rudy Gatta

Popolo della Famiglia in campo a fianco di Alvaro Ancisi

Il Popolo della Famiglia questa mattina sabato 18 settembre era presso il mercato cittadino di Ravenna dove ha presentato alla città i suoi candidati al consiglio comunale e il suo programma elettorale con un gazebo. “Siamo presenti in città per favorire la realizzazione di politiche a sostegno della famiglia, in particolare quella con figli. Sino ad oggi tutte le amministrazioni comunali hanno avuto ben poca attenzione per le mamme ed i papà, soprattuto quelli più giovani: noi cercheremo di incentivare politiche fiscali, servizi comunali e un’organizzazione della città stessa a favore di queste famiglie che hanno al loro interno quei bambini o ragazzi che saranno la futura classe dirigente della città” dichiara il capolista Eugenio Dima.

Presente anche Mirko De Carli, consigliere nazionale de Il Popolo della Famiglia e consigliere comunale a Riolo Terme: “il Pdf, dopo avere eletto un consigliere comunale a Riolo Terme e a Cotignola, aver raggiunto ottimi risultati a Faenza e aver eletto due consigliere circoscrizionali a Ravenna, punta a portare in Comune nella città capoluogo di provincia una propria rappresentanza: serve sostenere il Pdf per avere una voce fuori dal coro che sappia difendere e tutelare i bisogni primari delle famiglie, soprattuto quelle più in difficoltà a causa della crisi economica post pandemia.”

Popolo della Famiglia

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Nicola Grandi

    Non dimentichiamo l’albergo nell’ex palazzo della provincia

  2. Scritto da Oscar

    Egregio Santini, se ha qualche elemento concreto e non solo chiacchiere, si rivolga alla Magistratura non ad un portale web.