Quantcast

Le Rubriche di RavennaNotizie - Elezioni Ravenna 2021

ELEZIONI A RAVENNA –10 / Diario del 22 settembre. Ravenna 12^ per capacità amministrativa piace a de Pascale. Donati attacca sul sottopasso, Ancarani sulle grandi opere

Ravenna al 12° posto (su 109 comuni capoluogo di provincia) per capacità amministrativa. “Lo dice sulle pagine del Corriere della Sera di domenica Fondazione Etica, organizzazione che ogni anno valuta le performance delle Pubbliche amministrazioni. L’analisi è fatta analizzando 6 parametri (bilancio, governance, personale, servizi, appalti e ambiente) attraverso i dati che i Comuni sono obbligatoriamente tenuti a pubblicare.” La notizia è rilanciata con soddisfazione dal Sindaco uscente e candidato del centrosinistra Michele de Pascale sulla sua pagina Facebook e diventa ovviamente tema di campagna elettorale, perché una delle accuse che vengono mosse dagli avversari è che invece per la capacità di amministrare la Giunta de Pascale non brillerebbe affatto. Ma se a promuovere Ravenna è un ente come Fondazione Etica – che non è parte in causa nelle elezioni – la cosa ha un suo peso.

Patente Enti Pubblici

Il Sindaco interviene poi anche sulla difesa della costa: “A primavera del prossimo anno daremo inizio ai lavori di ripascimento del nostro litorale, verranno trasportati 335 mila metri cubi di sabbia nel tratto di costa che va da Lido Adriano a Punta Marina, per contrastare il fenomeno della subsidenza. Grazie all’Assessora Regionale all’ambiente Irene Priolo, che domenica scorsa, in occasione del sopralluogo a Lido Adriano insieme alla Pro Loco del territorio, ha inserito quest’intervento all’interno del “cosiddetto Progettone”, il progetto della Regione Emilia-Romagna che prevede opere di manutenzione ordinaria e straordinaria in difesa dei tratti di costa a rischio di ingressione marina.”

Michele de Pascale

Infine, c’è il tema della salute che il candidato del centrosinistra ha messo in cima al suo programma. “Oggi, meglio di ieri, sappiamo che la salute dei cittadini è un bene collettivo da tutelare e sulle politiche per la salute è chiamata a misurarsi la prossima amministrazione. Costruire e garantire le condizioni per il completo benessere fisico, mentale e sociale per tutte e tutti i ravennati significa strutturare con un unico sguardo d’insieme i servizi sanitari, legandoli alla pianificazione urbanistica, alle strategie per l’ambiente e per la sicurezza. Nella consapevolezza che le condizioni che permettono alle persone di godere di una buona salute sono le stesse che permettono alle società di svilupparsi e prosperare in armonia. Per questo motivo la salute al centro, in quanto elemento comune, trasversale alle proposte programmatiche costruite dalla nostra coalizione.”

Questa mattina Michele de Pascale era al Mercato di Ravenna insieme al presidente della Regione Stefano Bonaccini. Venerdì 24 settembre le proposte per la salute saranno al centro dell’incontro che Michele de Pascale ha organizzato alle ore 20.00 presso il ristorante La Campaza di Fosso Ghiaia. Si tratta di una cena per la quale serve la prenotazione al 0544 560294 (il Green Pass è obbligatorio).

de Pascale Bonaccini

Donati e Grandi (Viva Ravenna): Via Circonvallazione Molinetto non diventi il cimitero dei commercianti con il sottopasso

“In conseguenza dell’accordo sottoscritto da comune di Ravenna e Ferrovie dello Stato, la realizzazione del sottopasso ferroviario su via Canale Molinetto è un opera da considerarsi inevitabile e prossima. In conseguenza, le vie Circonvallazione Piazza d’Armi, viali Santi Baldini, Pallavicini e (soprattutto) Cesarea subiranno un aggravio in termini sia di intensità che di carico di traffico, ancora più pressante nelle vie Garigliano, Tagliamento ed Isonzo, data la loro dimensione ridotta. Dando per scontato che la stabilità degli edifici circostanti venga garantita in conseguenza delle risultanze delle verifiche largamente caldeggiate, rimane però irrisolto il problema della attività commerciali presenti nella zona, che subiranno sia gravissimi danni temporanei per il periodo dei lavori che pregiudizi definitivi una volta che il nuovo assetto del traffico diverrà definitivo. Nel mese di maggio scorso la questione, affrontata anche con una petizione sottoscritta da un nutrito gruppo di cittadini, è stata discussa in occasione di un incontro tenutosi fra il Sindaco, l’Assessore ai LLPP, e i rappresentanti di Comitati e Consigli territoriali, che lamentano di non aver ottenuto una risposta chiara ed esauriente.” Si legge in una nota firmata dal candidato Sindaco Filippo Donati e dal capolista di Viva Ravenna Nicola Grandi. 

Donati Grandi

“Con Filippo Donati sindaco, nei primi cento giorni di legislatura – in previsione anche della necessaria costituzione di una conferenza di servizi – riuniremo attorno ad un tavolo tutti gli operatori economici dell’area interessata oltre che i rappresentanti dei residenti e dei consigli territoriali, al fine di concertare un sistema di organizzazione dei parcheggi nel periodo transitorio e definitivo, ed una serie di interventi che siano in grado di indennizzare (quanto meno parzialmente) chi nella zona opera, vive e lavora, nell’impegno di ridurre al minimo le problematiche ed i disagi. Solo una concertazione vera e partecipata, della quale sia attore anche chi sa cosa significhi investire, rischiare ed operare nel territorio, può portare a soluzioni di impatto accettabile. Una Amministrazione non può imporre scelte e ristori sulla base di valutazioni astratte, decise dall’alto, distanti dal territorio su cui quelle scelte andranno ad impattare” concludono Filippo Donati e Nicola Grandi di Viva Ravenna.

Ancarani (Forza Italia e Primavera Ravenna): per fare grandi opere servono grandi progettisti… per questo coinvolgerò gli Ordini e figure esterne

“La giunta de Pascale, grazie allo sblocco del patto di stabilità interno, per opera di decisioni dello stato, ha ripreso a progettare, almeno sulla carta, alcune opere pubbliche. La progettazione ovviamente non è automaticamente sinonimo di opere che si realizzeranno, ma ne è comunque presupposto fondamentale. La scelta del Sindaco uscente, si vedano per esempio il nuovo palazzetto dello sport – discutibile non solo per questo – e il restauro della Rocca Brancaleone, è stata quella di non procedere né con il concorso di idee, né con il concorso di progettazione a due gradi, bensì di avvalersi esclusivamente di professionisti interni dell’amministrazione. La “scusa” del presunto risparmio di costi, dimostra in realtà l’incapacità di comprendere che il valore economico e “simbolico” di simili opere non può misurarsi con una morigeratezza di facciata nei costi di progettazione, perché un’amministrazione lungimirante dovrebbe sapere che le “grandi opere” si costruiscono affinché durino a lungo e siano dunque protagoniste della scena anche architettonica della Ravenna del futuro.” Così Alberto Ancarani candidato Sindaco di Forza Italia e Primavera Ravenna.

Alberto Ancarani

Per questo, sostiene Ancarani, prima di “battezzare” i progetti, è “da sciagurati non coinvolgere le migliori menti e le migliori capacità presenti sul territorio, non essendo infatti le sole professionalità interne al comune, benché più che degne, sufficienti ad avere quel bagaglio di competenze e di idee che simili opere meritano, sia per dimensioni che per entità degli investimenti. Con l’amministrazione Ancarani si procederà pertanto come da prassi di altri comuni, e di molti paesi europei, ove le procedure ad evidenza pubblica per simili opere sono la regola, come ben avevano fatto rilevare durante la consiliatura sia l’Ordine degli Ingegneri che quello degli Architetti della Provincia di Ravenna, ovvero coinvolgendo anche i professionisti esterni.”

Alberto Ancarani terrà un incontro elettorale domani giovedì 23 settembre alle 16 presso il Bar Alighieri di via Gordini in angolo con Via Dante Alighieri insieme al senatore di Forza Italia Andrea Cangini già direttore de Il Resto del Carlino. Sarà presente e introdurrà il senatore Enrico Aimi Coordinatore regionale di Forza Italia.

Ancisi (LpRa e liste collegate): problemi nelle aree di sgambamento per i cani

Alvaro Ancisi candidato Sindaco di Lista per Ravenna e liste collegate scrive di avere ricevuto numerose segnalazioni sui problemi nelle aree di sgambamento per i cani e al proposito interroga la Giunta. “La necessità di questa interrogazione è sopraggiunta a seguito della segnalazione ricevuta ieri dall’associazione animalistica Clama, con più foto dimostrative: l’area di sgambamento cani nella zona orti di via Sansovino, tra viale Alberti e la tangenziale Classicana, presenta crepe talmente profonde da essere pericolose per le persone e per i cani. Le diverse richieste di intervento rivolte all’ufficio Ambiente del Comune non hanno sortito nessun effetto. Interrogo dunque il sindaco chiedendogli se intende disporre quanto di sua competenza affinché si provveda, in entrambe le aree, a rimediare i danneggiamenti di cui sopra. Sono però diffuse nelle aree cani del Comune di Ravenna altre situazioni di disordine e pericolosità che andrebbero riscontrate e risolte con regolarità.”

Crepa

Convention elettorale del Pri a San Pietro in Campiano

Oggi mercoledì 22 settembre, alle ore 20.30, si tiene al Circolo Pri di San Pietro in Campiano la convention elettorale dell’Edera con la presentazione dei candidati e delle candidate repubblicani alle elezioni amministrative del 3 e 4 ottobre. “La lista è composta da 16 candidati e candidate che provengono dalle fila del Partito Repubblicano, con la riconferma dei consiglieri comunali uscenti, Chiara Francesconi e Andrea Vasi, la presenza della segreteria comunale, con Guido Camprini e Giannantonio Mingozzi. Con loro in lista ci sono poi uomini e donne del partito repubblicano, ma anche 16 candidati e candidate indipendenti, in rappresentanza del mondo civico, dalla società civile, del mondo dell’artigianato, del turismo, del commercio, dell’impresa, delle professioni, della solidarietà. Le donne in lista sono 21, a dimostrazione dell’attenzione del Partito Repubblicano di Ravenna nei confronti dei cambiamenti della società e delle esigenze reali della città di Ravenna”.

Capolista è il vice Sindaco uscente Eugenio Fusignani che dichiara: “il Partito Repubblicano è stato fondamentale per molti anni alla guida della città. Veniamo da cinque anni di lavoro intenso, che mi hanno visto protagonista come amministratore e come dirigente del partito. Sono onorato di guidare questa lista, che, sulla scorta dell’affermazione ottenuta dal PRI di Ravenna alle amministrative del 2016, e in tutte le successive tornate elettorali, si è aperta ancora di più al mondo civico e alle donne. Non guardiamo alle quote, come dimostrano i nomi dei nostri candidati, ma al merito e alla professionalità. Resta da completare un lavoro importante per Ravenna. Lanciamo per questo una nuova sfida per il governo della città per portare a compimento il tanto che abbiamo messo nel piano degli investimenti per i prossimi anni, per tutto il territorio, in particolare per il forese e per i lidi”.

PRI

Fra i punti strategici del programma del Pri ci sono “la riconferma del buon governo della città di Ravenna, l’obiettivo di qualificare il Porto di Ravenna come hub infrastrutturale a livello nazionale e come Zona Logistica Semplificata, con un auspicabile aumento delle merci in transito, e la realizzazione del By-pass del Canale Candiano. Maggior attenzione a centro storico e al forese, con l’istituzione di un Assessorato al Centro storico e al Forese, ma anche alla città di Ravenna come brand turistico.” Il PRI che negli anni ‘80 condusse una battaglia contro l’installazione a Ravenna di una centrale a carbone, vuole sottolineare “la sua vocazione ambientale, al servizio di tutti gli utenti, siano essi ambientalisti, cacciatori, pescatori ricreativi e professionali. Al fine di salvaguardare il patrimonio ambientale, che rimane un riferimento storico e un valore al servizio dei cittadini ravennati, occorre promuovere l’autonomia del Comune di Ravenna, perseguendo l’obiettivo di una nuova zonizzazione più rispettosa dei caratteri identitari e strutturali delle Valli e Pinete ravennati valorizzandole come unica area protetta. Più identità quindi per le Valli e Pinete.”

Il Pri organizza un incontro elettorale domani giovedì 23 settembre alle 21 presso il Circolo Repubblicano di Coccolia per parlare delle proposte dell’Edera per l’agricoltura e il forese. Partecipano Eugenio Fusignani capolista Pri, Franco Albertini e Patrizia Masetti candidati.

Mingozzi (Pri): basta confondere l’oil & gas con la subsidenza. “A chi reclama la dismissione della piattaforma “Angela Angelina” – afferma il candidato dell’Edera Giannantonio Mingozzi – va detto che è una esplicita richiesta approvata più volte dalle istituzioni ravennati e quindi da ottemperare per motivi di distanza dalla costa e di esaurimento delle funzioni; ma quello che non è corretto è addebitare all’industria dell’oil&gas il fenomeno della subsidenza, che si verifica anche laddove non vi sono attività estrattive nè piattaforme. Al contrario, come dimostrano ad esempio le piattaforme “Garibaldi” in Adriatico, per la loro attività non si avverte alcun riflesso di subsidenza nè nel “cono” interessato nè sulla costa, come è dimostrato scientificamente.”

Maria Elena Boschi con Ravenna in Campo per un’iniziativa sulle imprese

Giovedì 23 settembre alle ore 12.30 Ravenna in Campo con Roberto Fagnani organizza un incontro elettorale alla Campaza di Fosso Ghiaia con l’ex Ministra e ora capogruppo di Italia Viva alla Camera Maria Elena Boschi. Per partecipare al pranzo elettorale dal titolo “Ravenna in Campo per le Aziende” serve la prenotazione al 0544 560294.

Maria Elena Boschi, deputata Pd e membro della commissione Bilancio

Alla Rocca Brancaleone un incontro di Ravenna Coraggiosa sulle “Comunità Coraggiose”

Domani pomeriggio, giovedì 23 settembre alle ore 18 alla Rocca Brancaleone, Ravenna Coraggiosa invita associazioni, cooperative e tutte le persone interessate a confrontarsi sul tema delle Cooperative di Comunità in un evento dal titolo “comunità coraggiose: imprese di comunità, comunità energetiche, food coop, portinerie di quartiere”. Introdurrà Michele Babini; interverranno Jacopo Sforzi, ricercatore presso Euricse, e Samuele Nucci, progect manager di Fer-menti Leontine, cooperativa nata tre anni fa a San Leo, nel riminese.

“Una città coraggiosa è una capacità di riconoscere i bisogni dei propri cittadini. Un’amministrazione coraggiosa è un’amministrazione capace di sostenere le forme di auto-organizzazione delle comunità locali, consapevole di aver così maggiori possibilità di affrontare i grandi cambiamenti siano essi climatici, demografici, sociali ed economici. L’intento è quello di creare uno spazio di confronto e di ascolto reciproco, partendo dalle esperienze consolidate e dai progetti realizzati, per ragionare insieme su nuove idee per la nostra Ravenna Coraggiosa dei prossimi 5 anni. Infine verrà lasciato spazio al confronto sulle esperienze già maturate a Ravenna e sui nuovi bisogni della città e del forse, immaginando nuove esperienze di autoproduzione di servizi e prodotti.” Così nella nota di Ravenna Coraggiosa.

Santini (Potere al Popolo): stop alla cementificazione di Ravenna 

“Lottizzazione ex Amga… verranno realizzate ancora abitazioni (1.400 mq) e un supermercato (1.800 mq). Lottizzazione “Agraria” per 144.287 mq per 230 abitazioni, 2 centri commerciali e piscina. Nuovo Conad tra via Antica Milizia e via Stradone sarà costituito da due strutture di vendita medio-grandi, una alimentare a marchio Conad e l’altra non alimentare, con superficie di vendita massima di 2.500 mq per singolo edificio. Il centro commerciale De Andrè, Viale Europa, occuperà un’area di 49.982 mq in prossimità della Darsena; al suo interno sono già previste una struttura destinata all’alimentare di 2.500 mq e due strutture per il non alimentare da 5.000 mq cadauna. Un centro commerciale a Fornace Zarattini, escluso solo l’alimentare, per un totale di 8.000 mq di vendita (questo nell’ultimo campo vuoto rimasto). A questi si potrebbero aggiungere, rimessi in corsa dal 2° Poc, i seguenti altri grandi insediamenti commerciali in previsione: tre a Fornace Zarattini, sulla stessa via Faentina, rispettivamente da 13.000/18.000 mq (di livello provinciale), da 5.000 mq e da 3.000 mq, uno sulla via Romea, di fronte alle Bassette, da 25.000/30.000 mq (di livello provinciale), uno a Savio da 5.000 mq, uno a Lido Adriano da 2.500 mq. Il comune di Ravenna arriva così a un totale  di 6.911 ettari consumati ed è il primo comune tra i 328 dell’Emilia-Romagna e il sesto tra gli 8.000 italiani per valore assoluto di superficie cementificata (dato contenuto nell’ultimo rapporto ISPRA ente pubblico sotto la vigilanza del ministero per l’Ambiente).” Questa la dura requisitoria di Gianfranco Santini (Potere al Popolo) contro la cementificazione del territorio del comune.

“La realtà è che oltre al terribile consumo del territorio avremo anche un’altra pietra tombale per tutti i piccoli negozi del territorio e questo alla faccia di quei servizi di prossimità fondamentali nel forese e nella città. Ricordiamocelo quando il “nostro piccolo alimentare”, il forno, la latteria, ma anche la ferramenta dove siamo sempre andati avranno la saracinesca abbassata per sempre. Noi ci battiamo per un reale cambiamento di rotta” conclude Gianfranco Santini candidato sindaco per Potere al Popolo.

Gli altri candidati e le altre liste

Ferri e l’impegno del PC per le case popolari. “Il Comune di Ravenna ha da anni deciso di dare in gestione ad ACER il suo patrimonio immobiliare. La richiesta di una casa popolare è stata spesso il casus belli per un aspro dibattito politico fra il centro sinistra ed il centro destra a trazione leghista. Un pretesto per scaricare i problemi sul popolo inventando una delle tante guerre fra poveri, soprattutto quella fra italiani e stranieri. Noi comunisti proponiamo che venga come prima cosa accantonato un tesoretto da investire poi nel sociale risparmiando almeno due milioni di euro con l’eliminazione dei finanziamenti pubblici a Ravenna Festival e sospendendo le pubblicazioni di Ravenna Informa. Altri soldi potranno essere ulteriormente recuperati dal blocco delle privatizzazioni e delle esternalizzazioni, nonché da tasse comunali su tutte le attività private nel settore sanitario e dei servizi alla persona (come gli asili nido privati).” Così Lorenzo Ferri candidato Sindaco per il Partito Comunista.

Di Maio (Voci Protagoniste): la mia battaglia contro la diffusione delle malattie a trasmissione sessuale e contro lo stigma. “L’infezione da HIV ha avuto nel territorio della Romagna una particolare diffusione a partire dagli anni ’80, ma ancora oggi, in uno scenario cambiato e con tassi di trasmissione molto più bassi di un tempo, registra un’incidenza relativamente alta rispetto ad altre aree del paese… Fin dalla nomina a presidente del comitato locale Arcigay ho cercato di collaborare con l’azienda sanitaria, cercando di aumentare la fiducia dell’utenza nel servizio, ma soprattutto per riportare all’attenzione del dibattito pubblico l’importanza di parlare dell’HIV, delle IST in generale e dell’importanza della prevenzione anche oggi in cui qualche tutela in più esiste. Penso sia importante discutere della diffusione, delle possibilità terapeutiche e preventive, della complessa tematica della malattie a trasmissione sessuale e della lotta allo stigma. Proprio per questo ho messo tra i punti del mio programma dei percorsi divulgativi volti al contrasto delle IST, ed ho chiesto al candidato Sindaco che sostengo Michele de Pascale di aggiungerlo al programma della coalizione.” Così Ciro Di maio candidato per Voci Protagoniste.

Rolando (Lega) sui disagi per la chiusura dei ponti A118 e A119 di Porto Corsini. “A fronte dei disagi oggettivi soprattutto per la comunità dei Lidi Nord che subiranno con la chiusura dei ponti (A118 e A119 di Porto Corsini), la giunta comunale è chiamata con questa interrogazione a rispondere in maniera costruttiva ad alcuni quesiti. C’è un piano per garantire servizi e contenere i disagi? È previsto il raddoppio del traghetto e il libero passaggio per residenti e lavoratori? È possibile accorciare il tempo di chiusura totale dei ponti magari sostituendo ove possibile col traffico alternato? È previsto un monitoraggio costante di avanzamento lavori ad associazioni di categorie ed enti territoriali? È previsto un terzo bus per il servizio scolastico?” Così Gianfilippo Nicola Rolando candidato della Lega.

Ciccozzi (Alleanza di Centro – Bertolino): facilitare l’offerta di tamponi. “L’obbligo di Green pass comporta la possibilità, per chi non volesse fare il vaccino, di effettuare dei tamponi secondo le modalità e i prezzi previsti nel protocollo d’intesa. Peccato che ad oggi, le persone che non volessero farlo, o chi, per motivi di salute, stesse ancora valutando la possibilità o no di effettuarlo, sono obbligati a fare dei tamponi antigenici rapidi in farmacia con relativa certificazione, in caso di risultato negativo, con valenza equiparata della durata di 48 ore, ammesso che la registrazione avvenga su piattaforma dedicata in tempo utile (cosa che ha già evidenziato criticità al momento della riapertura delle scuole), al prezzo calmierato di 15 euro. Risultano esserci delle difficoltà a livello locale nell’esecuzione dei suddetti tamponi… sarebbe forse opportuno provvedere ad un ampliamento dell’offerta sanitaria delle possibilità di effettuare i tamponi senza necessità di prenotarli con largo anticipo; ad esempio potrebbe essere un’idea istituire la presenza sul territorio di camper dove effettuare tamponi, esattamente come è stato fatto con i camper vaccinali, affinché non ci siano discriminazioni ai danni di nessuno e venga rispettata quella sacrosanta libertà di scelta che dovrebbe essere garantita a tutti!” Così Laila Ciccozzi candidata con Alleanza di Centro per Ravenna Bertolino Sindaco.

PAGINA SOGGETTA AD AGGIORNAMENTO

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Marta

    Davvero un contenuto trash da tutti!
    Non andrò a votare … che schifo !