Quantcast

Le Rubriche di RavennaNotizie - La città che...

La città che non ci piace: in fila per ore davanti alle Poste centrali

Più informazioni su

Le Poste centrali di Ravenna, in Piazza Garibaldi, lasciano in fila gli utenti per un paio d’ore! Si capisce di dover aspettare fuori in fila, per il Covid, ma per così tanto tempo non va bene. Infatti, all’interno dell’Ufficio, tutto procede con grandissimo rilento: sono aperti soltanto 3 sportelli su un totale di 17 attrezzati. La situazione è insostenibile per la nostra città!

B. R. – Ravenna

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Giovanni lo scettico

    Voler fare tanto lavoro con poco personale non ha mai funzionato.

  2. Scritto da eli

    e’ peggio una piazza Garibaldi trasformata in un parcheggio sempre pieno zeppo di auto che un po di fila!

  3. Scritto da Claudio

    Tutti gli uffici postali hanno file chilometriche. L’altro giorno per fare un vaglia postale ho aspettato in fila due ore, al freddo; evidentemente c’è qualcosa che non funziona. Aver necessità di espletare pratiche alle poste e diventata un’impresa molto ardua.

  4. Scritto da maria teresa

    E’ sicuramente errato fare tanta fila se poi dentro vanno a rilento.Ma alle poste non frega nulla e nonostante io fossi GIA’ DENTRO mi hanno sbattuto fuori scaduto il tempo da 3 minuti!(via Ravegnana)

  5. Scritto da Elena

    Stessa situazione alle poste di via Carducci, un unico sportello aperto, due ore di fila sono il risultato.

  6. Scritto da Marco74

    Il problema delle poste è risaputo , purtroppo le poste non sono più solamente poste sono un un’operatore telefonico, sono un operatore bancario, sono uno strumento di identificativo digitale e tanto altro .
    Operazioni che andrebbero effettuate su appuntamento ed invece non è così quindi se capita davanti una operazione ” particolare un cliente è capace di rimanere anche un’ora allo sportello.
    Poi se aggiungiamo tutte le volte che c’è un problema tecnico ed anche per poca capacità di molti operatori andare in posta diventa tragico!!
    Purtroppo è anche vero che molti cittadini si riversano in posta per pagare una bolletta , operazione che si può effettuare benissimo dal tabaccaio in un punto sisal o al supermercato. Dimenticavo a mia moglie per aggiornare 2 documenti dopo un’ora di operazione l’addetto postale si accorge di aver invertito i dati dei 2 documenti… quindi è facile fare fila con personale inadeguato!!

  7. Scritto da Giovanni lo scettico

    Bravi, continuate a depositare i vostri risparmi alle Poste…

  8. Scritto da lorenzo

    La storia è sempre quella. Se voi notate l’unico avviso che viene esposto con maniacale puntualità e che dura un anno è quello che comunica lo sciopero del personale dopo l’orario di chiusura, tutto ciò evidentemente perchè le poste (giustamente) non pagano lo straordinario a quelli che dovessero terminare di servire la gente ancora dentro. Pertanto a questi appena scatta l’orario cade la penna! Nulla di nuovo. Se le poste fossero una vera azienda privata, ciò non succederebbe ma questo è lo stato. Nello specifico in p.zza Garibaldi cambiano sovente le regole, prima entravi prendevi numero e aspettavi, ora, come una volta il numero te lo da una tipa che passa tutta la giornata a spingere un pulsante, cosa che notoriamente non siamo in grado di fare, invece di stare dietro il vetro a fare lo sportello, Ma questo ci sta bene, perchè questi sono i risultati di anni di malgoverno.