Le Rubriche di RavennaNotizie - La posta dei lettori

Incuria del verde, rifiuti abbandonati e strade malmesse: residente di Marina Romea chiede spiegazioni

Più informazioni su

Espongo, brevemente, anche con il consenso di altri residenti di Marina Romea – Via degli Agrifogli –  quello che è da oltre 15 anni lo stato di degrado delle suddetta strada e zone “servite”.  Non è la prima volta che i residenti scrivono agli organi preposti all’Ordine pubblico di Ravenna evidenziando questo delicato problema.  È stato, anche analiticamente, descritto quali sono le patologie infestanti, l’incuria del verde con l’esagerata crescita di erbe selvatiche anche sopra il marciapede/i, cespugli con spine che raggiungono altezze fino a due metri, funghi (forse velenosi) lungo il tronco delle arboree costeggianti la via. Risposte ottenute: zero, salvo una striminzita comunicazione che la lettera/esposto è “agli atti”!

Riteniamo che forse non è sufficiente indirizzare le nostre Istanze all’Ente pubblico. Infatti, durante un intervento (agosto 2019) finalizzato all’Ordine pubblico lungo la via abbiamo esposto quale può essere l’uso del marciapiede lato alberato.  Soprattutto, abbiamo chiesto ai Vigili urbani presenti in loco di farsi interpreti di Istanza presso i loro superiori, illustrando il Degrado e lo stato di pericolosità delle 49 piante di Pioppo italico tipo cipressino piantumate all’ora lungo un lato della via e distanti dalle opposte abitazioni solo 10 metri (Altezza stimata oltre 30 m.) – Risposta ottenuta: NON è di NOSTRA COMPETENZA!

Viale degli Agrifogli è bonariamente chiamato “la Savana” anche perché gli stessi marciapiedi presentano diverse criticità; laddove erano presenti piante autoctone, ora inspiegabilmente scomparse, ci sono solo buche ed erbacce. Alcuni anni fa “Azimut” è intervenuta a sistemare trappole per i roditori ma il risultato a tutt’oggi è nullo, neanche i numerosi e piccoli rettili che vi abitano riescono a debellarli. Anche la colonia dei gatti randagi è inesistente.

Ma c’è un importante altro pericolo che incombe sulla incolumità dei Residenti, delle case vicine e di coloro che passano per la via: è l’ALTEZZA di m.30 ed oltre dei 49 pioppi abbinata all’INCLINAZIONE rivolta verso le abitazioni che durante i violenti e frequenti temporali fa aumentare il pericolo di caduta.

Inoltre chiunque passi per la via può notare le varie patologie che annualmente colpiscono foglie e rami portandoli ad un anticipato seccume e caduta andando così ad ostruire tombini e rete fognaria. Edera lungo i tronchi fino alla sommità; insetti che nidificano all’interno dei tronchi che con le loro gallerie indeboliscono l’intera pianta redendola soggetta a rotture di rami e tronchi con improvvise e gravi conseguenze per i Cittadini e gli Immobili vicini. Radici di notevoli dimensioni che già minacciano i muri perimetrali delle abitazioni (V. Laguna blu in attesa di autorizzazione all’estirpare i propri pioppi). L’instabilità aumenta anche con il conglobare le reti elettrosaldate e plastificate che per ogni pianta, in passato, vi erano state attaccate con fili metallici e mai tolte.

Carlo Morselli

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Maria

    La maggioranza delle case a Marina Romea paga l’imu e direi che la percentuale per questa tassa dovrebbe essere abbassata visto il notevole degrado in cui versa il paese, pagare in base a quello che viene offerto. Anni fa era una bella cittadina, ora sta degradando in tutti i sensi. Tutte le strade sono da sistemare, marciapiedi impraticabili, tombini intasari da radici, ecc…., gli stradelli verso il mare dovrebbero essere tutti illuminati per la sicurezza!