Le Rubriche di RavennaNotizie - La posta dei lettori

Libera Caccia e Valle della Canna: “il rumore degli assenti”

Più informazioni su

Sabato 12 ottobre ultimo scorso Italia Nostra, sfruttando abilmente una tragedia ambientale, ancora una volta si accaniva contro il mondo venatorio. Questi signori dell’ambiente così attenti, soprattutto quando si tratta di trarne un vantaggio a livello mediatico, molto meno quando si tratta di rimboccarsi le maniche e lavorare fisicamente per l’ambiente, hanno pontificato sulla inopportunità di aprire la caccia nelle pinete ravennati, in specificato luogo in quella di S. Vitale. Omettendo, di specificare che si sarebbe aperta solo per selvaggina stanziale e solo per la migratoria di ramo. Escludendo la caccia a tutti gli anatidi e rallidi su di un territorio molto più importante dei 3 km decisi in un primo momento.

In qualità di cacciatori vorremmo puntualizzare che già da prima che qualsiasi autorità intervenisse, avevamo iniziato ad astenerci autonomamente e in tanti dal cacciare nella vicina Piallassa della Baiona e in molti dei chiari limitrofi. Vorremmo altresì sottolineare con forza che i cacciatori sono stati gli unici a prestare la propria opera di recupero degli anatiti nella valle della canna e che nei tre giorni di lavoro erano saltuariamente presenti solo 2 esponenti del mondo ambientalista. Queste precisazioni i cacciatori ravennati le ritengono importanti, in quanto stanchi di vedersi attribuite ogni tipo di nefandezze quando da sempre sono l’unico e vero baluardo a difesa del territorio. Prova ne sono le centinaia di relazioni, incontri, documenti, presentati e discussi con tutti gli enti interessati alla gestione dell’ambiente della nostra provincia e quasi sempre disattesi o ignorati in nome o per conto di interessi politici.

Riteniamo infine che cavalcare questi disastri per trarne una visibilità faccia veramente poco onore.

ANLC Ravenna

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Luigi Arcozzi

    Spero molto ma diffido tanto che il potere politico non influisca anche inconsciamente nella ricerca dei responsabili di tale scempio prolungato negli anni e si costituisca parte civile nella ri chiesta di danni no io ho scritto altri commenti di natura più tecnica