Le Rubriche di RavennaNotizie - La posta dei lettori

Porto Fuori ha una biblioteca privata a disposizione di tutti e non è una cosa di partito

Più informazioni su

Caro direttore e spettabile redazione, un amico mi segnala un pezzo apparso nella rubrica delle lettere circa una settimana fa a me sfuggito che in qualche modo mi riguarda. La lettera riguarda le caratteristiche della biblioteca Terzo Casadio a Porto Fuori, ed essendone in qualche modo uno dei curatori sono mio malgrado chiamato in causa.

Ovviamente sono un po’ sorpreso e dispiaciuto nel constatare che il vostro sito si è reso complice nel diffondere notizie false, seppure a responsabilità di chi le ha scritte, contenute nella lettera stessa. Poiché non è vero che la sala di lettura abbia quel nome, ma non ci sarebbe proprio nulla di male se fosse così, o non vi siano testi che si ispirano al fascismo e a quei valori tanto cari al Sign. Tritto. Abbiamo addirittura discorsi del fondatore. Credo che bastasse una telefonata per verificare.

Non ho molto da aggiungere a quanto era ben raccontato nel bell’articolo che avere dedicato all’avvenimento ad inizio mese, solo poche cose.  Quella biblioteca nasce dalla conservazione di testi diversi negli anni raccolti e conservati nella sezione del PCI di questo paese e ivi conferiti anche da singoli cittadini. Cosa che evidentemente destabilizza e rende “divise” alcune persone dal fragile equilibrio.

Questa è una biblioteca privata, che però a proprie spese offre un servizio alla collettività, costituita da libri che le persone leggevano e leggono  acquistandole di tasca propria senza chiederne, purtroppo, il permesso al Sign. Tritto. Se ne faccia dunque una ragione costui e costruisca una biblioteca tutta sua magari con testi scritti dal capo del suo partito.

Ringraziando del servizio che svolgete per tutti noi invio cordiali saluti.

Dario Bartoletti – Porto Fuori

Più informazioni su