Le Rubriche di RavennaNotizie - La posta dei lettori

10 aprile 1945. Furono due indiani, i primi soldati ad entrare a Lugo sfidando gli ultimi cecchini tedeschi

Si chiamavano Ali Xiaidar e Namdeo Jadhao, erano indiani, uno musulmano, l’altro indù. Soldati della ottava divisione indiana, aggregati agli inglesi del Commonwealth.
Sono stati i primi a sfondare le linee sul fronte del Senio all’altezza di San Potito, vicino a casa Baroni, come riportato in una pubblicazione dello storico Daniel Cesaretti.
Sono entrati per primi a Lugo da via Mentana sfidando gli ultimi cecchini tedeschi all’alba del 10 aprile 1945, esattamente settantacinque anni fa.
Lo hanno fatto per un senso di fedeltà al loro re Shivji ed al re d’inghilterra che li decorò con la Victoria cross.
Ma lo hanno fatto anche per noi, da poco alleati, per liberarci dai nazisti e dai fascisti della Repubblica di Salò.
A loro la nostra eterna riconoscenza. Il Comune di Lugo lo ha riconosciuto creando nel 2000 un semplice monumento al 1st Jaipur infantry che meriterebbe una migliore collocazione.
I neozelandesi entrarono a Lugo solo il giorno dopo entrando dalla via Felisio dopo aver occupato Cotignola. Arrivarono anche inglesi, canadesi, polacchi ,etc: la globalizzazione era già cominciata e i romagnoli ne avevano un’anteprima.
Qualcuno gli aveva fatto credere che avremmo conquistato il mondo. Ora quel mondo era sulla porta di casa. Spesso distrutta…

Angelo Ravaglia