Le Rubriche di RavennaNotizie - La posta dei lettori

Enpa: “Ravennati innamorati dei loro animali da compagnia: no picco di abbandoni per la pandemia”

Più informazioni su

In questi mesi di pandemia abbiamo temuto che nel nostro territorio si potesse avere un’impennata di rinunce di proprietà e di abbandoni d’animali domestici. Le fanfalucche che certi organi di informazione solo un mese fa avevano messo in circolazione avevano intimorito i più sprovveduti, circa i pericolosi rapporti di vicinanza e contatto con cani e gatti. Per fortuna il ravennate si è dimostrato attento e preparato. La risposta sta nel fatto che al canile comunale la situazione non si è affatto alterata rispetto ai mesi precedenti. Analogamente dicasi per i felini.

Certo è che anche la situazione economica, specialmente tra le fasce di popolazione meno abbienti, ci aveva fatto temere un aumento di rinunce di proprietà, ma i nostri concittadini hanno dimostrato maturità, serietà ed amore. Non si sono “sbarazzati” dei loro animali e l’Enpa ha fatto la sua parte per correre in soccorso di quelle persone in seria difficoltà economica.

Dalla pandemia non siamo usciti completamente ed il percorso temiamo sia ancora lungo. Per parte nostra faremo quanto ci sarà possibile per proteggere i nostri amici a quattro zampe.

Enpa Sezione Provinciale di Ravenna

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da armando

    Sono molto contento di questa notizia, ci mancherebbe.- ma consideriamo che avere un cane, a volte, era l’unico modo per fare quattro passi fuori dalla propria casa, quindi liberarsene era una pura follia per chi non ha rispettato assolutamente i divieti della quarantena.- Non è una cattiveria la mia: posso dire la verita’ da 3 donne che me l’hanno confermato dalla strada, mentre io segregato sul balcone !!!