Quantcast

Le Rubriche di RavennaNotizie - La posta dei lettori

Caregiver o badante? Nell’anno di Dante celebriamo i funerali dell’italiano

Più informazioni su

Gentile direttore, le chiedo: badante è una parolaccia?

Recentemente un presidente regionale ha scambiato  caregiver, ossia un assistente o meglio un o una badante (sostantivo maschile e/o femminile) per un cardriver, ossia un autista.

E’ l’ultimo episodio di una serie di strafalcioni che nascono nel clima dell’anglomania dilagante: l’ italiano è oggetto di un travaso quotidiano e sistematico di anglismi persino nel linguaggio istituzionale e burocratico, anche quando esistono sinonimi (da wellfare a jobs act,  da privacy all’ultimo family act).

Progressivamente sarà trasformato in  un gergo che chiameremo italenglish o italese. Altro che celebrazione del settimo centenario della morte di Dante, padre della lingua italiana, di cui si riempiono le pagine  i giornali, in primis quelli ravennati.

Oggi possiamo celebrare i funerali dell’italiano.

Una domanda si impone a questo punto: cosa esiste a fare l’Accademia della Crusca?

Forse per fare solo… accademia, per l’appunto. Dovrebbe cambiare ruolo ed ergersi a difensore non solo formale dell’ italiano che perde una o due parole al giorno trovando e diffondendo, ove possibile , i sinonimi.

Altri Paesi latini, come Francia, Spagna e persino Portogallo, attenti al problema, hanno adottato un apposito prontuario a difesa della loro lingua ad uso dei media, i veri responsabili  della diffusione degli anglismi.

Un altro segno del provincialismo culturale e della  decadenza del nostro Paese?

Caro direttore, ripeto, dire badante invece di caregiver, è una parolaccia o semplicemente non fa…. “figo” ?

Angelo Ravaglia

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Carlo

    Condivido completamente. Aggiungerei anche termini molto alla moda coma gay, transgender ecc.che potrebbero essere usati con termini italiani.

  2. Scritto da leo

    tanto noi italiani e in special modo noi ravennati spariremo il razzismo deve
    essere condannato ma la nostra cultura era la cosa che ci ha fatto conoscere ed
    apprezzare in tutto il mondo – ora non importa più a nessuno – il nostro dialetto
    è morto non interessa più- a differenza degli stranieri che invece a casa
    nostra sono sempre più attenti alle loro tradizioni alle quali rimangono fedeli