Quantcast

Le Rubriche di RavennaNotizie - La posta dei lettori

A Russi pazienti rischiano di restare senza medico di base

Più informazioni su

Scrivo per segnalare una situazione estremamente critica relativamente alla fine dell’incarico come medico di base della dottoressa Argelli di Russi.

Ricapitoliamo dall’inizio:

Il 31 dicembre 2020 il medico Augusto Boschi  è andato in pensione e, come sua sostituta “provvisoria”, è stata incaricata la dottoressa Alice Argelli.
La prima domanda che ci siamo posti come pazienti è stata: provvisoria fino a quando? E poi? Siamo rimasti senza risposta.

Ora so che detta dottoressa ha comunicato all’Ausl già in agosto la decisione di lasciare l’incarico dall’1 novembre 2021, ma la Ausl non ha ancora organizzato il passaggio: nessuna comunicazione è arrivata ai suoi assistiti e la maggior parte delle persone ha saputo della cosa solo per sentito dire o per voce della stesso dottoressa.
Ho chiamato oggi al Cup di Russi per avere conferma della cosa e mi hanno confermato la situazione. Anzi, se i pazienti non si affrettano a cambiare medico presso il Cup o tramite fascicolo sanitario elettronico rimarranno senza medico dall’1 novembre 2021.

Io mi chiedo come sia tollerabile questa mancanza di comunicazione da parte della Ausl verso gli utenti. Proprio non c’era un sistema per organizzare il passaggio per tempo ed evitare questi disagi?
Vorrei tanto avere risposta da parte della Ausl
Saluti

Mirca Giuliani

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da BARUZZI LUCIANO

    MA NON è UNA NOVITà LA MANCANZA DI MEDICI O MEDICI CHE NON SI SPOSTANO PER VISITE DOMICILIARI…DIREI CHE è UN PROBLEMA NAZIONALE…LUCIANO BARUZZI PENSIONATO E SOLO ED IN DIFFICOLTà—-LUGO RA

  2. Scritto da Piemme

    Forse è una questione di organizzazione… la perfetta sanità Pubblica che si identifica in Asl Romagna, bravi a far c….o, sanità Pubblica che si avvale per il 90% di strutture private perché i pazienti possano usufruire di visite specialistiche e di esami magari facendo fare anche più di 50 di km + tichet (certe volte conviene andare da un medico privato vicino casa pagando l’intera prestazione), che spostano visite da un posto all’altro senza comunicarli ai pazienti, se ti rechi al pronto saccorso con codice di bassa gravità e aspetti giorni interi. A nessuno a livello regionale (forse ancora meglio a livello ministero della sanità) è venuto in mente di venire a verificare cosa è che porta a questo, verificare se questa bella pensata dei tre Comuni della Romagna è veramente una grande pensata (non deve succedere tutto ciò, se ci raccontano un giorno si è l’altro pure che funzione tutto a meraviglia).